Notizia Oggi Borgosesia > Economia e scuola > Scuola Quarona: dopo i lavori consumi tagliati del 55 per cento
Economia e scuola Borgosesia e dintorni -

Scuola Quarona: dopo i lavori consumi tagliati del 55 per cento

C’è l’appalto: pronta a partire un’opera di oltre 400mila euro, finanziata in gran parte dalla Regione

Scuola Quarona: dopo i lavori consumi tagliati del 55 per cento. La struttura che accoglie la primaria si prepara per la tanto attesa riqualificazione energetica.

Scuola Quarona: dopo i lavori consumi tagliati del 55 per cento

Le opere potrebbero iniziare anche in tempi brevi, per arrivare alla conclusione nel periodo estivo. Si tratta di un lavoro da 419mila euro, per buona parte finanziata dalla Regione. Il progetto prevede la realizzazione di un cappotto termico esterno, la sostituzione di porte e finestre, infissi e serramenti, la sostituzione di parte delle valvole termostatiche: «Sono tutti elementi che permetteranno la riqualificazione dell’immobile per la riduzione dei consumi energetici – evidenzia il sindaco Sergio Svizzero -. La scelta stessa di procedere con un cappotto esterno, anzichè interno, va nella direzione di un migliore contenimento energetico». A occuparsi dei lavori sarà l’impresa “Radice costruzioni” che si è aggiudicata l’appalto attraverso la gara indetta dall’Unione montana dei Comuni.

Quota regionale

L’importo viene coperto nella misura dell’80% dal contributo di un bando regionale che premiava i Comuni al di sotto dei cinquemila abitanti: «La quota restante, circa ottantamila euro, sarà a carico del Comune – osserva il primo cittadino -, attraverso un mutuo acceso con la Cassa depositi e prestiti. Una somma per la quale abbiamo presentato una richiesta di contributo attraverso gli incentivi concessi dal ministero nel campo del risparmio energetico».
Presentato il cronoprogramma, ora resta da avviare il cantiere: «Contiamo che i lavori partano al più presto visto che ci sono già stati diversi ritardi legati alla burocrazia – conclude Svizzero -, in modo da portarli a termine nel periodo delle vacanze estive».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente