Notizia Oggi Borgosesia > Politica > Andrea Delmastro candidato «sulle orme di Buonanno»
Politica Borgosesia e dintorni -

Andrea Delmastro candidato «sulle orme di Buonanno»

L’esponente di Fratelli d’Italia corre per la Camera dei Deputati

Si è presentato martedì, nell’ambito di una conferenza stampa nella sede di Lega Nord a Borgosesia, Andrea Delmastro Delle Vedove, l’esponente di Fratelli d’Italia candidato per tutto il centrodestra nel collegio uninominale di Biella-Valsesia per la Camera dei deputati. Famiglia, difesa della produzione nazionale e fine dell’amore incondizionato verso il liberismo: questi gli assi portanti della sua proposta politico-elettorale. Con lui c’erano il segretario provinciale del Carroccio Paolo Tiramani, anch’egli candidato alle elezioni del 4 marzo (sempre nella competizione “uno contro uno” per l’accesso alla Camera, ma nel collegio di Vercelli), altri sindaci e amministratori valsesiani (sono intervenuti Eraldo Botta, Angelo Dago, Roberto Veggi e Chiara Godio).

 

Andrea Delmastro, avvocato penalista biellese, figlio di Sandro Delmastro Delle Vedove, già parlamentare per due legislature, ha sviluppato le sue riflessioni sostenendo che «dobbiamo convincere Berlusconi a dire di no alle larghe intese. Il centrodestra è alternativo al centrosinistra». Poi si è soffermato su immigrazione: «Non siamo né la sala parto del Nord Africa, né la pattumiera dell’Europa»; tasse: «Ormai si tratta di esproprio»; e, ancora, sul concetto di comunità nazionale: «Prima di tutti gli altri, sono gli italiani ad aver diritto agli alloggi popolari. Serve uno scatto di dignità contro questa sinistra che, fingendo di essere solidarista, ingrossa le tasche delle cooperative sue amiche».

 

E sulle questioni locali: «Qui c’è un asset turistico importante da valorizzare e difendere. Tenderò le frecce del mio arco nella stessa direzione mostrataci da Gianluca Buonanno, il più grande uomo politico che la Valsesia abbia avuto. Lega e Fratelli d’Italia hanno attraversato, ciascuno, il loro lungo deserto, adesso è arrivato il momento di vincere, nonostante una legge elettorale ingiusta, che non abbiamo voluto». Tiramani aveva esordito spronando i suoi a una campagna «pancia a terra, perché Borgosesia rappresenta un laboratorio politico vincente, mentre nei livelli amministrativi e statali superiori, governati dalla sinistra o dalle forze dell’anti-politica, riscontriamo solo disastri».

 

Nell’uninominale Vercelli-Biella per il Senato della Repubblica, il centrodestra sostiene la candidatura di Gilberto Pichetto Fratin di Forza Italia.

Articolo precedente
Articolo precedente