Notizia Oggi Borgosesia > Politica > Elezioni Grignasco: parlano i tre candidati
Politica Serravalle e Grignasco -

Elezioni Grignasco: parlano i tre candidati

In paese si è ormai alle battute finale per quanto concerne la sfida elettorale.

affluenza elezioni

Elezioni Grignasco: parlano i tre candidati.  In paese si è ormai alle battute finale per quanto concerne la sfida elettorale.  In lizza c’è Katia Bui, vice sindaco uscente con “Continuare nel Rinnovamento, Cristian Borsoi con “Grignasco con Cristian Borsoi sindaco” e Dario Guidetti a capo di “Impegno Comune”.

Katia Bui: Sicurezza in primo piano e riqualificazione dell’ex biblioteca e dell’area sportiva

Sicurezza in paese, rivalorizzazione ex biblioteca e riqualificazione dell’area sportiva: questi alcuni dei fili conduttori del programma di “Continuare nel Rinnovamento” di Katia Bui.
Tra le novità c’è la figura di un assessore esterno alla sicurezza: quale il suo ruolo in caso di vittoria?
Grignasco non ha problemi gravi di sicurezza, ma ci sono comunque delle situazioni che si potrebbero migliorare. Ho già avuto modo di confrontarmi con Dario Dho, che è luogotenente di finanza, che mi ha dato dei suggerimenti  sulla prevenzione. Nel tempo, intendiamo inoltre potenziare la polizia municipale con volontari formati che possano collaborare per il “controllo del vicinato” e avviare corsi di autodifesa, offrendo nel contempo una formazione in materia di videosorveglianza.
Ex biblioteca: cosa vorreste fare?
C’è già un progetto pronto che intende rendere la struttura un polo culturale da intitolare al dottor Pier Lorenzo Arpino che senza dubbio ha reso la cultura a portata di tutti.  In questo centro ci sarebbe uno spazio per mostre permanenti con il patrimonio lasciato da illustri grignaschesi alla comunità, spazi per artisti locali che vogliono esporre le loro opere in maniera temporanea e locali anche per quanto concerne progetti musicali e video.
Palestra comunale: quale potrebbe essere il futuro?
Vorremmo rinnovare la parte già esistente e realizzare degli spazi per il tennis, il paddle, un’area basket, una parete di arrampicata. Insomma, un ampliamento per quanto concerne gli sport outdoor, per rispondere alle esigenze di abitanti e associazioni.
Come si coniuga il vostro motto “Continuare nel Rinnovamento” con il paese di Grignasco?
Intendiamo proseguire su più fronti, dalla videosorveglianza in centro e nelle frazioni alla sistemazione del manto stradale, sino alla prosecuzione del rifacimento della pavimentazione del centro storico, e la promozione di eventi culturali. Il nostro impegno è ovviamente di continuare a mantenere i contatti con i cittadini sia in Comune che sul territorio. Inoltre vorremmo portare anche delle novità, come lo spostamento della casa di riposo in centro.

Cristian Borsoi: Incrementare l’offerta sportiva, incentivare il commercio, rendere le strade più sicure

Riqualificazione dell’area sportiva, incentivi per il commercio e interventi sulla viabilità: questi sono alcuni fili conduttori del programma della lista “Grignasco con Cristian Borsoi sindaco”.
Uno degli aspetti che vi sta a cuore è relativo alla palestra, quali soluzioni prospettate?
Crediamo che sia da riqualificare, iniziando a recuperare l’agibilità e in seguito promuovere interventi per incrementare l’offerta sportiva. Ciò servirebbe a riportare le associazioni in paese e avvicinare più giovani alle varie pratiche sportive. Per questi lavori, di cui non può attendere bandi per sovvenzionarli nell’immediato, avremmo pensato di utilizzare degli sponsor che offrendo un contributo vedranno il loro logo o nome su una delle pareti della palestra.
Attenzione verso il commercio locale: cosa vorreste fare in merito?
E’ impensabile avere una situazione come quella di 20 o 30 anni fa, ma intendiamo premiare chi da tempo investe sul territorio o vorrebbe scegliere Grignasco come polo commerciale. Intendiamo creare degli incentivi sottoforma di sgravi sulle tasse comunali. Non sarà semplice ma ci proveremo.
Tra le vostre priorità ci sono gli interventi alle strade: quali idee vorreste portare avanti?
Vorremmo innanzitutto dare maggiore sicurezza alle carrozzabili di Isella e Ara, interventi questi che si inseriscono in un’idea più ampia di riqualificazione della viabilità che prevede anche l’esecuzione di rotatorie, una in primis vicino al cimitero. Inoltre vorremmo riqualificare alcune vie del centro come via Roma e via Rosa Massara e realizzare marciapiedi consoni.
Proponete un nuovo modo di amministrare: cosa intendete dire?
Siamo una vera lista civica. E questo è già un elemento di cambiamento. Secondo aspetto: intendiamo ascoltare davvero le persone. Partiamo dal presupposto che sia le critiche che le idee siano positive per migliorare il paese. Il confronto e la voglia di amministrare in maniera diversa li abbiamo già messi in pratica con la stesura del programma, costruito insieme agli abitanti.

Dario Guidetti: Riportare la biblioteca in piazza, poliambulatorio, più efficiente, seconda strada per Ara

Riportare la biblioteca in piazza Cacciami, una nuova soluzione per il poliambulatorio e riqualificazione della seconda via d’accesso ad Ara. Sono alcune delle soluzioni che prospetta la lista  “Impegno Comune” con Dario Guidetti candidato sindaco.
Cosa intende fare per la biblioteca?
Sarà da riportare in piazza Cacciami, ampliando l’offerta culturale, per esempio dando spazio consono e accessibile a cittadini e studiosi agli archivi di Grignasco e Ara. Sappiamo che non sarà un intervento semplice, ma crediamo che nell’arco del tempo si possa realizzare.
Tra i punti del programma compare il poliambulatorio, a cosa puntate?
Non intendiamo andare a “tirare la giacca” all’Asl perché siamo consapevoli che non ci sono risorse, ma in zona ci sono esempi di strutture con personale specialistico che mettono a disposizione in maniera volontaria per offrire nuovi servizi alla cittadinanza e quindi pensiamo che si potrebbe fare lo stesso a Grignasco.
Situazione viabilità: tra le vostre proposte c’è la riqualificazione della seconda via d’accesso ad Ara, di cosa si tratta?
Una seconda via d’accesso alla frazione in questione c’è già e crediamo che con poca spesa e l’aiuto di alcune persone si potrebbe rendere transitabile. Sarebbe una via d’emergenza anche per la parte nord della frazione, il che non comporta riduzioni di opere manutentive alla via principale. Sarebbe uno degli interventi inserito in un programma di revisione stradale che implica anche altre manutenzioni primarie.
Altro aspetto su cui voi puntate è il concetto di cittadinanza attiva, cosa intendete?
Ci poniamo come obiettivo l’ascolto della popolazione che secondo noi sino ad ora è un po’ mancato. Si veda ad esempio la situazione della petizione contro lo spostamento della biblioteca, che a nostro giudizio non è stata valutata dal Comune. L’intenzione è anche di creare delle consulte per l’ascolto dei cittadini. Magari non tutte le proposte  potranno essere realizzate però ci prendiamo l’impegno di spiegare le nostre possibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente