Notizia Oggi Borgosesia > Politica > Luca Pedrale ricorso in Cassazione: quei voti sono miei
Politica Borgosesia e dintorni -

Luca Pedrale ricorso in Cassazione: quei voti sono miei

Il candidato di Forza Italia non ci sta: Biella ha eletto cinque parlamentari, Vercelli non è rappresentata da nessuno

Luca Pedrale ricorso in Cassazione contro la mancata elezione

Luca Pedrale ricorso in Cassazione

“Il risultato elettorale di Forza Italia a Vercelli è il risultato personale di Pedrale e non del partito”. Con questo motivo il forzista Luca Pedrale ha presentato ricorso in Cassazione. Pedrale era candidato alla Camera dei deputati per Forza Italia nella quota proporzionale, ma non è stato eletto. “Una legge elettorale strana e fatta male – dice – mi ha impedito per il momento di essere eletto deputato e rappresentare la provincia di Vercelli. Al contrario, la provincia di Biella ha ottenuto ben cinque deputati ed un senatore. Ho comunque presentato ricorso in Cassazione perché venga tutelata la rappresentanza territoriale. Come peraltro la stessa legge elettorale stabilisce. Voglio comunque ringraziare gli elettori e gli amici ne hanno votato Forza Italia ed il sottoscritto facendomi ottenere il miglior risultato di Forza Italia in tutto il Centro-Nord d’ Italia. A Vercelli città, dove ho potuto più concentrare la campagna elettorale, si è ottenuto il 16,70 per cento contro il 14 per cento della media nazionale di Forza Italia”.

Voti a me, non al partito

“Purtroppo – prosegue Pedrale – ho constatato che il voto d’ opinione di Forza Italia a Vercelli si è pressoché dissolto. E che i voti ricevuti sono stati dati soprattutto alla mia persona. Invito poi alla prudenza alcuni personaggi di Forza Italia, che notoriamente non hanno un voto, di non pensare  che questi risultati delle elezioni politiche siano ripetibili alle prossime elezioni comunali di Vercelli. C’ è infatti un brutto vizio in Forza Italia, specie in città a Vercelli,  che persone con pochi o zero voti girino la città o vadano sui giornali a dare lezioni di politica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente