Notizia Oggi Borgosesia > Politica > Pedemontana Ghemme-Masserano: ecco come sarà
Politica Gattinara e Vercellese -

Pedemontana Ghemme-Masserano: ecco come sarà

Entro il 2023 la superstrada che unisce la bassa Valsesia con il Biellese e con il casello della A26.

Pedemontana Ghemme-Masserano: presentato il progetto che collegherà la bassa Valsesia con il Biellese e il casello della A26.

Pedemontana Ghemme-Masserano pronta nel 2023

Presentato il progetto dell’ultimo tratto della Pedemontana, il collegamento Biella-A26, ancora da completare nel tratto tra Masserano e il casello di Ghemme-Romagnano sull’autostrada. La superstrada sarà lunga 13,7 chilometri ed avrà due carreggiate con due corsie per senso di marcia. Previsto un tratto in trincea, tratti in rilevato, uno scavallo della ferrovia Arona-Santhiá, alcuni ponti su torrenti e un ponte sul Sesia di 800 metri a 9 campate. Saranno realizzati un collegamento con la A26 con svincolo di interconnessione a Ghemme e ulteriori svincoli a Gattinara, Roasio e Masserano. Per realizzare i rilevati serviranno 2.800.000 metri cubi di terra inerte, prelevati da cinque siti ubicati tra le province di Biella e Vercelli. Un’opera sulla quale peraltro non tutti sono d’accordo sulla sua effettiva utilità.

Quattro anni di lavori, occasione per l’area di Gattinara

Per la realizzazione si prevedono circa 4 anni, preceduti dalle attività propedeutiche come espropri (migliaia), risoluzione di interferenze, verifiche archeologiche. Si può quindi ipotizzare nella migliore delle ipotesi la conclusione entro il 2023. Per quanto riguarda la zona di Gattinara, è prevista la realizzazione di un raccordo tra la zona produttiva e lo svincolo della superstrada, che sarà collocato a sud del santuario di Rado. Il percorso sarà ad est rispetto alla città. Inoltre, quale opera accessoria verrà consolidata una pista ciclopedonale parallela al percorso della Pedemontana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente