Notizia Oggi Borgosesia > Senza categoria > «Addio caro Patrick». Il 40enne di Serravalle ricordato dall’amico pugile
Senza categoria Serravalle e Grignasco -

«Addio caro Patrick». Il 40enne di Serravalle ricordato dall’amico pugile

«Era una ragazzo dal cuore d’oro. Su di lui si poteva sempre contare. E dava sempre un incentivo agli altri»

Il mondo del pugilato ricorda Patrick Finotti, il serravallese trovato morto nella sua casa in paese, non lontano dalle scuole, nella notte tra sabato e  domenica. 

La grande passione del 40enne era lo sport, e in particolare il pugilato. Pochi incontri in gioventù sul ring, ma tanta la passione per questa disciplina, tanto da diventare anche presidente del Borgosesia Boxe. «Patrick? Una persona sempre presente che non diceva mai di no», così lo ricorda l’amico Christian Senfet. «Era presidente da un anno del Borgosesia Boxe – racconta -. Lo ricordiamo come una persona davvero forte. Era lui che spronava gli altri ad andare avanti, sempre in prima linea nel portare avanti l’attività dell’associazione». Guantoni e sacco erano la sua passione. «Sul ring era salito per un paio di incontri – riprende Senfet -. Una carriera breve, ma agli allenamenti non rinunciava mai. Ancora adesso continuava a venire ad allenarsi con i ragazzi perchè tirare di boxe per lui era un divertimento».

E tanti erano i progetti. «Da quando era diventato presidente avevamo iniziato a lavorare forte – spiega -. Abbiamo portato diverse manifestazioni, inoltre a casa sua stavamo allestendo la palestra per permettere ai ragazzi di allenarsi. Mi aveva sempre detto che io e lui eravamo il futuro del Borgosesia Boxe e dovevamo portare avanti il progetto per i giovani. Ora dentro ho un vuoto…».

Rimane il ricordo di un ragazzo dal cuore grande. «Ricordo che mi diceva sempre che il pugilato era il suo divertimento, senza grosse pretese – sottolinea Senfet -. E noi sapevamo che potevamo contare su di lui. Lo chiamavo a qualsiasi ora e lui era sempre pronto a dare una mano». La tragedia lascia senza parole, ma di lui rimangono i ricordi belli. «A febbraio abbiamo in programma un nuovo meeting di pugilato – conclude -. E sicuramente lo intitoleremo alla sua memoria. Quando ci siamo trovati con i ragazzi del Borgosesia Boxe, eravamo tutti attoniti». Il pensiero di tutti va ai genitori, alla sorella e al figlio.

 

 

Articolo precedente
Articolo precedente