Notizia Oggi Borgosesia > Senza categoria > Gattinara fiore all’occhiello di Lavazza
Senza categoria Gattinara e Vercellese -

Gattinara fiore all’occhiello di Lavazza

Il vice presidente Giuseppe Lavazza è intervenuto per porgere ai dipendenti dello stabilimento gli auguri di buon Natale 

E’ arrivato anche Giuseppe Lavazza a porgere gli auguri di buon Natale ai dipendenti dello stabilimento Lavazza di Gattinara, che qualche giorno fa si sono riuniti nei padiglioni per un rinfresco natalizio e per ascoltare il suo messaggio. Giuseppe Lavazza ha parlato di fianco a un grande albero di Natale, decorato con le fotografie dei circa 500 dipendenti dello stabilimento di Gattinara.

«Chiudiamo un 2017 che ha visto il nostro gruppo consolidarsi tra i leader globali. E sono contento – ha detto Giuseppe Lavazza – di poterlo dire proprio qui, a Gattinara, che è diventato anno dopo anno un perno fondamentale del nostro assetto industriale. Il 2017 è stato un anno intenso e importante, che ci ha visto rafforzare ulteriormente la nostra presenza all’estero, grazie all’acquisizione di Kicking Horse Coffee, che ha aperto all’azienda le porte del mercato nordamericano del caffè organico».

A proposito di caffè porzionato, ovvero quello in cialde, prodotto a Gattinara, che «oggi è il segmento più dinamico, e la centralità del mercato Italia», da ottobre il marchio Nims fa parte del mondo Lavazza: «è un’acquisizione cruciale di un partner storico della nostra azienda – dice Lavazza -, leader nel settore porta a porta», ovvero nella distribuzione di macchine e cialde per casa e ufficio.

Poi gli auguri di buon lavoro al nuovo direttore di stabilimento, Paolo Starda. Il vice presidente ha citato anche gli «ulteriori passi in avanti sulla formazione e complementarietà degli addetti alla produzione – dice Lavazza -, un percorso premiante e di crescita per le differenti professionalità, che ci ha permesso di raggiungere una maggiore polifunzionalità e ampliare il piano welfare per i dipendenti» e ha ricordato l’avvio del laboratorio microbiologico, in cui fare ricerca e sviluppo, per dare al consumatore un prodotto di sempre maggiore qualità e sicurezza.

Il premio che più soddisfa Giuseppe Lavazza è il Kaizen Award, «un premio che arriva dopo gli investimenti fatti dall’azienda nel periodo 2013-2017 per la ristrutturazione dello stabilimento, il rinnovo degli impianti, la riconfigurazione dei layout e l’aumento della performance del sistema industriale. Il Premio Kaizen, che si aggiunge a molti riconoscimenti ottenuti per la sicurezza del lavoro e la qualità del nostro operato, è stato per noi il riconoscimento di un valore aggiunto: il valore della persona».

Articolo precedente
Articolo precedente