Notizia Oggi Borgosesia > Sport > Carcoforo vince gara di tiro vecchia più di un secolo
Sport Varallo e Alta Valsesia -

Carcoforo vince gara di tiro vecchia più di un secolo

La tradizionale sfida vede protagonisti cinque paesi

Si è rinnovata anche quest’anno la tradizionale gara di tiro a segno dell’alta Valsesia, che vede sfidarsi cinque comunità del territorio. Giovedì 4 gennaio, sotto una pioggia torrenziale si è aperto con il tradizionale “bacio delle bandiere” l’incontro annuale del tiro a segno delle cinque società dell’alta Valle (Carcoforo, Ferrate, Rima, Rimasco e San Giuseppe).

I tiratori: giovani, uomini, donne e over durante la mattinata di sono confrontati sulle cinque linee di tiro, alternando i tempi di attesa per accedere al poligono con trippa, vin brulè, lardo e miacce.

Facce esultanti, altre tristi si avvicendavano all’uscita della zona di tiro, l passa parola dei partecipanti per scoprire in anteprima il punteggio degli avversari più esperti.

Alle 13.30 è andato in scena l’ambito trofeo della Bandiera, i tre migliori tiratori di ogni società si confrontano con 6 tiri due per ogni tiratore e gli altri ? Ognuno con i propri rituali di scaramanzia ..le dita incrociate .. i sospiri…gli scongiuri. Alla fine tutto si è compiuto con la vittoria della società di tiro di Carcoforo che celebra nel modo migliore i 120 anni di fondazione.

Il tradizionale pranzo ha riscaldato gli associati con le ottime pietanze, si sono susseguiti i doverosi ringraziamenti ai giudici del poligono di Varallo, alle ragazze in costume che si sono prodigate nel servizio del pranzo, ai cuochi e a tutti i partecipanti. Sono seguiti i tradizionali discorsi dei presidenti delle cinque società e la mitica poesia rimaschese. Il simpatico intermezzo del quartetto di fisarmoniche di Carcoforo “La Moriana” con il canto della bella Carocoforina ha anticipato la sempre emozionante premiazione e poi il via alla magia del tiro, la competizione lascia il posto ai canti e balli, al giro per le case, alla convivialità e ospitalità che quest’anno è stata davvero appassionante con le fisarmoniche. La festa del tiro è un appuntamento peculiare, una tradizione più che centenaria portata avanti con passione e tenacia da tutti gli abitanti delle cinque società di tiro dell’alta Valsesia, un momento di incontro, di festa come si evince dalla raccolta di articoli riguardanti il tiro, una pubblicazione effettuata dalla Società di tiro di Carcoforo che parte dal 1993 quasi ininterrottamente fino ai nostri giorni.

«Ancora un ringraziamento speciale a tutti quanti si sono prestati all’organizzazione e realizzazione del fantastico tiro di Carcoforo 2018, l’appuntamento è fissato per il prossimo anno a Rimasco», scrivono gli organizzatori. Questa la classifica: Simone Quazzola 57 punti (medaglia in ricordo di Silvano Lana), Mauro Boggio 53 punti, Gustavo Moretti 53 punti, Massimiliano Quazzola 52, Damiano Moretti 52. Al femminile: Alessandra Ansermino 58 punti, Miriam Ragozzi 55, Fabrizia De lutti 54, Carla Contato 54, Michela Quazzola 53. Over 65: Vittorio Bertolini (medaglia in ricordo di Sergio Manetta), 54 punti, Paolo Baraggioli 52, Silvano Mognetti 52, Emilio Doda 52, Guido Osello 52. Over 75: Mario Della Vedova 48 punti, Cesare Molino 42, Vittorino Vinzio 30, Ottavio Festa Bianchet 30, Piero Doda 28. Giovani: Michele Camerlenghi Michele .53, Samuele Chiarini 47, Allegra Della Vedova .47, Gabriele Scalvini 46, Francesca Bolongaro 45. Medaglia della bandiera in memoria di Ernesto Quazzola alla Società di tiro di Carcoforo con i tiratori Simone Quazzola, Vittorio Bertolini e Massimiliano Quazzola.

Articolo precedente
Articolo precedente