Notizia Oggi Borgosesia > Sport > ”Danzarte” porta Quarona sul palco dell’Ariston di Sanremo
Sport Borgosesia e dintorni -

”Danzarte” porta Quarona sul palco dell’Ariston di Sanremo

Le giovani ballerine hanno anche partecipato alle selezioni per un talent show

Esperienze da ricordare per l’associazione Danzarte di Quarona: le giovani ballerine del sodalizio si sono esibite al teatro Ariston di Sanremo e hanno partecipato a una selezione del talent show “Ballando on the Road”.

Cinque ballerine di Danzarte si sono esibite venerdì nel celebre teatro della cittadina ligure accompagnando una formazione musicale in occasione del Festival delle Orchestre italiane. Sul palco sono salite Asia Ratti, Federica Renati, Sara Mo, Nicole Cappai e Giulia Corrà: «L’invito ci è giunto dall’orchestra AnnaArGroup e dalla cantante Anna Maria Placa di Varallo per accompagnare la loro esibizione – spiega Jula Cagnoli, direttrice della scuola quaronese -. Abbiamo subito accolto la loro proposta, e li ringraziamo per la bella collaborazione che si è creata».

Le allieve quaronesi hanno portato due pezzi, uno coreografato dall’artista Nicolò Noto, l’altro da Cagnoli: «Abbiamo iniziato a prepararci da luglio – osserva l’insegnante -. E’ stato impegnativo per le ragazze presentare i pezzi seguendo la cantante e i musicisti, ma hanno raccolto una grande soddisfazione. Non capita tutti i giorni poter danzare su un prestigioso palco come quello dell’Ariston, e credo che l’evento di venerdì sia un bel traguardo non solo per noi ma per tutta la Valsesia».

Nei giorni scorsi un gruppo di allievi di Danzarte ha invece preso parte a “Ballando on the Road”, talent show itinerante partito da Monza, che costituisce una sorta di pre-Ballando con le stelle, il programma televisivo condotto da Milly Carlucci: «Si tratta di una occasione a disposizione di tutti coloro che amano ballare – spiega Cagnoli -. E anche noi abbiamo deciso di partecipare». Le emozioni non sono mancate: «Dopo la loro esibizione hanno raccolto moltissimi complimenti dagli organizzatori – conclude l’insegnante -. Sono molto contenta per loro, per l’impegno e la costanza che hanno dimostrato. E’ un grande traguardo poter farsi conoscere anche al di fuori della scuola ed è ammirevole vedere piccoli che si mettono in gioco».

Articolo precedente
Articolo precedente