Notizia Oggi Borgosesia > Sport > Erreesse Pavic: storica promozione in serie B
Sport -

Erreesse Pavic: storica promozione in serie B

Domani la festa al palazzetto di Romagnano

Erreesse Pavic festeggia la storica promozione in serie B.

Erreesse Pavic, domani la festa

L’Erreesse Pavic sabato ad Aosta ha messo in campo una prestazione da incorniciare e porta a casa una storica promozione in serie B. In gara-2 contro Aosta (sabato sera) avversari superati senza troppi patemi.E domani è tempo di festeggiamenti. Appuntamento alle 20.30 al palazzetto per la presentazione dei protagonisti e un rinfresco finale.

Parlano i protagonisti

«Una serie B largamente meritata per ciò che è stato un cammino lungo tre anni – spiega il direttore sportivo Enrico Poggi, tra i fautori della cavalcata -. Un grande plauso e ringraziamenti allo staff tecnico (Mainardi primo allenatore e al secondo Monaldi nonchè preparatore) capace di creare il giusto mix tra crescita e determinazione, oltre ovviamente alla squadra che ha compreso che questa poteva essere una stagione magica e irripetibile».
E aggiunge: «Un ringraziamento anche al Pavic e al presidente Sganzetta per ciò che ci ha permesso di realizzare e per l’impegno per la B che ci attende».
Così invece Mirko Monaldi a fine partita: «La partita più bella nel momento più importante. Tutti gli atleti hanno contribuito con la massima determinazione per raggiungere l’obiettivo promozione. Questo il filo conduttore di questi play off che abbiamo vissuto con grande emozione».
Non poteva mancare una battuta di coach Nicola Mainardi: «Gioia grandissima per un risultato davvero incredibile che è stato possibile solo grazie ad un lavoro lungo, duro ma sempre professionale che alla fine ha ripagato tutti noi con un grandissimo risultato. Partita quasi perfetta dei ragazzi che non hanno mai consentito ad Aosta di metterci davvero in difficoltà… Non c’era modo migliore di conquistare la promozione. Grazie davvero a tutti loro per quanto fatto durante la stagione e grazie davvero di cuore a tutti quelli che hanno collaborato come staff e dirigenza perché questo sogno potesse diventare realtà».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente