Notizia Oggi Borgosesia > Sport > Ivan Carmellino dal ghiaccio al rallycross
Sport Borgosesia e dintorni -

Ivan Carmellino dal ghiaccio al rallycross

Ottimo avvio di stagione per il campione di Scopa

Il campione valsesiano di Scopa Ivan Carmellino, direttore del circuito Icer Rosa Ring e della scuola di guida sicura del Circuito Invernale di Riva Valdobbia, nella prima del TRX#17, ovvero il campionato Italiano di rallycross, ritorna come sul ghiaccio ad essere il terribile, domina alla grande nelle Heat ed in finale senza troppi complimenti manda al tappeto il campione in carica Giarolo. Avere perso l’anno passato il titolo sui fondi misti terra asfalto alla discriminante, alla fine di un campionato tiratissimo con Christian Giarolo è una ferita che brucia ancora, un onta che Ivan ha lavato nella prima di pasquetta del TRX 2017, sul circuito Pragiarolo di Maggiora.

 

Purtroppo gli aggiornamenti della Punto Integrale di Carmellino non sono arrivati in tempo per questa gara, ma il suo preparatore Marcauto gli ha comunque messo a disposizione una Mitsu Supercar tutta rivista, che si è rilevata sin dalle prime tornate estremamente competitiva. Nelle Heat Ivan è ritornato ad essere #ILTERRIBILE, tre heat vinte e l’ultima corsa al piccolo trotto e concessa a Giarolo.

 

Il campione Italiano non riesce a tenere il passo di Ivan, ed uno stop nella terza heat lo obbliga a cedere un altro posto nella griglia della finalissima. La Clio di Serini che nella finalissima parte al fianco di Ivan si gioca il tutto per tutto, tentando una chiusura molto forzata sulla Mitsu di Carmellino che resiste ed alla fine è Serini ad avere la peggio. Nella nuova ripartenza Giarolo tenta di fare valere lo spunto della sua Focus, ma il #Ilterribile si mette in testa al plotone e va vincere anche la finalissima davanti a Giarolo ed Alessio Bormolini.

 

Un inizio di stagione spumeggiante che ci ripropone un Ivan in versione #ILTERRIBILE dopo un inverno interamente dedicato alla scuola di guida sicura del Circuito on Ice. Ivan è ritornato a fare volare in alto i colori dell’ICE ROSA RING, ritornando a dare smalto anche alla sua immagine corsaiola, ripartendo con determinazione alla carica di un altra corona tricolore.

Articolo precedente
Articolo precedente