Notizia Oggi Borgosesia > Sport > Trivero: ecco Chiara, atleta dell’anno 2017
Sport Borgosesia e dintorni -

Trivero: ecco Chiara, atleta dell’anno 2017

«In piscina fin da piccola, poi il debutto nell’agonismo»

E’ Chiara Ramazzina la miglior sportiva triverese della stagione 2016-2017. La portacolori della In Sport nuoto Trivero è in acqua da quando è bambina: un gioco diventato poi una passione anche a livello agonistico. «Ho iniziato a fare i primi corsi quando avevo cinque anni e poi all’età di otto anni sono stata chiamata per frequentare il pre-agonismo e ho iniziato a fare le prime gare, per poi passare nell’agonismo».

La giovane frequenta l’istituto superiore Cossatese Valle Strona. Quando Chiara era bambina la piscina del Centro Zegna aveva riaperto da qualche tempo e rappresentava un po’ la novità del periodo. «Non so bene come sia nata questa forte passione per il nuoto. Sicuramente è cresciuta man mano che trascorrevo ore in piscina e capivo quanto potessi sentirmi bene tra una bracciata e l’altra».

Anche la sorella ha contribuito a far accrescere la voglia di nuotare: «Una delle persone che mi ha trasmesso questa passione è stata Arianna che, frequentando la piscina prima di me, è stata un punto di riferimento stimolante».

Sul suo percorso ha avuto poi la fortuna di incontrare persone competenti che hanno saputo indirizzarla: «Senza dubbio il mio allenatore Fabio Filippini mi ha fatto capire al meglio la bellezza di questo sport e che ogni difficoltà può essere superata. A lui sarò grata per tutta la vita».

Con l’inizio delle competizioni sono arrivati anche importanti risultati: «Dal 2012 ho partecipato cinque volte ai campionati nazionali Csi e ho vinto nove volte nelle seguenti specialità: 50 metri farfalla, 100 metri farfalla, 200 misti e 50 metri dorso».

L’ultimo anno è invece stato un po’ più critico «perché non ho potuto allenarmi molto bene per diversi motivi, sia per la scuola, ma anche per problemi fisici. Nonostante ciò, ho fatto gare regionali Csi che si sono concluse nel migliore dei modi».

Il premio come sportiva dell’anno le è stato assegnato l’altro pochi giorni fa durante la prima edizione della Festa dello sport. «Non me l’aspettavo proprio, ero molto emozionata. Ero e sono ancora molto felice, è una grande soddisfazione e un riconoscimento per l’impegno e i sacrifici fatti».

Articolo precedente
Articolo precedente