Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Ghemme congela tasse e imposte: tutto fermo nel 2019
Attualità Novarese -

Ghemme congela tasse e imposte: tutto fermo nel 2019

Rimangono invariate anche le indennità di sindaco e assessori

Buoni spesa

Ghemme congela Imu, Tasi e Irpef: le tariffe saranno le stesse dello scorso anno.

Ghemme congela le tasse

Confermate a Ghemme le aliquote di Imu e Tasi e anche quelle dell’addizionale Irpef. Nessuna sorpresa per i cittadini nel 2019 in fatto di tasse comunali. Lo ha deciso la giunta Temporelli, che comunque non avrebbe potuto fare diversamente visto il pre-dissesto delle casse comunali. Per l’Irpef, l’aliquota unica rimane quindi fissa per tutti i cittadini allo 0,8 per cento, quella dell’Imu resta ferma al 6 per mille per le prime case (non oggetto di esenzione) classificate nelle categorie catastali A1, A8, A9 e relative pertinenze con una detrazione di 200 euro. Per tutte le altre tipologie di immobili, così come per i terreni agricole e le aree edificabili, invece, si sale al 10,6 per mille.

Le indennità

Quest’anno resterà tutto invariato anche per ciò che riguarda i compensi degli amministratori comunali: il sindaco Davide Temporelli continuerà a guadagnare 976 euro, il suo vice Piero Rossi 300 e gli assessori 225, a esclusione di Beatrice Costa (socio-assistenza) che ha deciso di prestare la sua opera gratuitamente. Resta ferma anche la tassa di soggiorno: chi pernotterà a Ghemme in alberghi, bed and breakfast e case vacanze dovrà versare 2,50 euro al giorno, mentre sostare in campeggi o aree attrezzate costerà 50 centesimi al giorno.

Gli affitti

Nulla di nuovo anche per privati e associazioni che vogliono affittare vie o piazze del paese: la tariffa per la chiusura parziale di piazza Castello per una giornata intera, ad esempio, è di 300 euro, mentre per la chiusura totale la tariffa è di 900 euro. Per utilizzare il Giardino Gianoli per manifestazioni, concerti, feste o matrimoni bisognerà invece pagare 150 euro al giorno, che diventano 250 per piazza Cavour e 300 per piazza Antonelli. Per piazze e slarghi minori è stato stabilito un costo forfettario di 100 euro al giorno. Invariate anche le tariffe per l’uso delle sale comunali: si va dai 100 euro al giorno per la sala consigliare, ai 240 per la sala Sforza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *