Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > «Le Poste tornino a investire sui territorio montani»
Attualità Borgosesia e dintorni -

«Le Poste tornino a investire sui territorio montani»

Uncem scrive a Poste Italiane

L’Unione dei Comuni montani, l’Uncem, preso carta e penna e ha scritto a Poste italiane, chiedendo di tornare a investire sui territori ad alta quota. «Poste Italiane torni a investire nelle aree montane, nei piccoli Comuni, ampliando i servizi degli uffici, con aperture sei giorni la settimana, con nuovi Postamat e con un servizio di distribuzione più efficace e continuo – viene chiesto nella lettera dal presidente Uncem Piemonte Lido Riba a Matteo Del Fante, di recente nominato ad dell’azienda -. Le Poste sono andate contro la risoluzione europea in cui si afferma che il servizio universale deve continuare a essere fornito nella misura massima, cioè deve almeno comprendere consegna e ritiro per cinque giorni a settimana per ogni cittadino europeo. Ora lo abbiamo scritto anche a Del Fante. Due anni fa, su spinta e grazie alla forte mobilitazione di Anci e Uncem, l’azienda ha bloccato il piano di chiusure degli uffici dei piccoli Comuni, ma ha portato troppi uffici all’apertura a giorni alterni. Non possiamo accettarlo».  Uncem ha inoltre chiesto alle Poste di installare a breve cento Postamat nei piccoli Comuni piemontesi. «Le banche che hanno chiuso uffici – conclude Riba – hanno lasciato ottimi spazi di mercato».

Articolo precedente
Articolo precedente