Notizia Oggi Borgosesia > Sport > Andrea Timo vince la storica Ponzone-Stavello
Sport Sessera, Trivero, Mosso -

Andrea Timo vince la storica Ponzone-Stavello

Concorrenti da tutto il nord Italia per la seconda edizione della Ponzone-Stavello, gara di ciclismo tutta in salita

Per la Ponzone – Stavello si sono presentati un po’ da tutto il Piemonte, ma a vincere è stato un ligure. La cicloscalata è stata apprezzata da tantissimi ciclisti per un paesaggio stupefacente. «Unico neo la strada piena di buchi – spiegano gli organizzatori – I ciclisti han dovuto fare lo slalom nel scendere e non demolire cerchi di bici prestigiose». Ma veniamo alla gara, son bastati 32’e 56″ per fermare il cronometro di Gianni Riconda. Andrea Timo ha saputo con forza e maestria star sotto i 33′, il savonese di Loano conosce bene la salita, già vittorioso lo scorso anno, ha voluto non mancare al secondo appuntamento e seconda vittoria. Sono stati 112 i partenti da Ponzone, consapevoli di salire alla Chiesetta Alpina con un proprio passo. Solo un gruppetto di circa 17 unità sono rimasti assieme fino alla rotonda del Centro Zegna, poi man mano che iniziava a subentrare la fatica, solo Andrea Timo e Roberto Napolitano, seguiti a ruota da Paolo Ramella, hanno staccato il gruppetto. Timo stacca il tempo di 32,56 e solo a 11″ Napolitano. Gli Alpini del Gruppo di Trivero hanno offerto un tè caldo preparato appositamente per tutti i ciclisti arrivati, ma un ristoro è stato preparato dalla Pro loco al palazzetto. Spiegano gli organizzatori della Free bike Trivero: «Un ringraziamento doveroso a tutti i concorrenti con ben 8 donne partecipanti, vogliamo ringraziare il Comune di Trivero, il Gruppo Alpini di Trivero, la Pro Loco di Trivero, i volontari dell’Aib di Trivero, i Vigili del Fuoco di Trivero, e tutti i volontari presenti. Non ci siamo fatti mancare niente, una simpatica e carina ragazza ha fatto da Miss per tutta la premiazione con grandi elogi dai concorrenti…grazie ancora a tutti coloro che sono riusciti a rendere questa cicloscalata degna di un territorio invidiato da turisti».

foto dalla pagina Facebook Gare di ciclismo

Articolo precedente
Articolo precedente