Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Valsessera solo Portula e Sostegno hanno la scuola dell’infanzia aperta
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Valsessera solo Portula e Sostegno hanno la scuola dell’infanzia aperta

I casi appaiono in calo, ma l'emergenza non è terminata.

valsessera solo

Valsessera solo Portula e Sostegno rimangono con le scuole dell’infanzia aperte: quelle di Pray, Coggiola e Crevacuore sono state temporaneamente chiuse in via precauzionale.

Valsessera solo Portula e Sostegno hanno la scuola dell’infanzia aperta

Anche in Valsessera le scuole devono fare i conti con l’emergenza sanitaria. Rimangono aperte le scuole dell’infanzia di Portula e Sostegno, chiusa per precauzione causa Covid quella di Pray (con i bambini che però terminano la quarantena in questi giorni) a cui si sono aggiunte anche il Don Fava di Coggiola e la materna di Crevacuore. «Abbiamo avuto un aumento dei casi di positività al virus – conferma il sindaco di Coggiola Gianluca Foglia Barbisin -: un aumento che non è stato forte come la scorsa settimana, ma l’emergenza non è terminata».

Bimbi in salute

Sono stati presi provvedimenti anche per quanto riguarda le scuole: «In via precauzionale abbiamo messo in quarantena la classe quinta delle elementari e si è deciso di chiudere la materna del Don Fava. Sono stati riscontrati alcuni casi e quindi come da protocollo si è deciso di fermarsi. Purtroppo nonostante tutti gli accorgimenti presi dal personale scolastico e dalle insegnanti il virus entra anche nelle scuole ed è inevitabile. I bambini stanno comunque bene e speriamo che possano tornare a scuola il prima possibile una volta terminata la quarantena».

I casi

E’ stata chiusa anche la materna a Crevacuore. «La scuola dell’infanzia – spiega il sindaco Ermanno Raffo rimarrà in quarantena fino al 18 novembre con rientro il 19, poiché il caso sospetto era già assente dal 4 novembre». Anche una classe della primaria è stata chiusa: «E’ stata chiusa la seconda elementare che rimarrà in quarantena fino al 19 novembre con rientro previsto il 23 novembre poiché verrà effettuata la sanificazione nel fine settimana quando non ci sono alunni presenti. In questa situazione va sottolineato l’encomiabile lavoro svolto dalla preside Monica Bassotto in questo periodo e da tutto il personale scolastico». A Pray intanto l’emergenza sta rientrando a scuola. Lunedì infatti i bambini della scuola materna hanno potuto rientrare nella scuola, il Comune ha provveduto agli interventi di sanificazione. Inoltre gli alunni della pluriclasse della primaria e da martedì anche quelli della quinta, per contatti diretti con soggetti risultati positivi, sono stati messi in quarantena. D’accordo con il Sisp i ragazzi rimarranno dunque a casa.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *