Notizia Oggi Borgosesia > Senza categoria > Grignasco, si rifà il sagrato della chiesa vecchia
Senza categoria Serravalle e Grignasco -

Grignasco, si rifà il sagrato della chiesa vecchia

Il costo delle operazioni si aggira intorno agli 8mila euro

Cambia volto l’area su cui sorge la “chiesa vecchia” di Grignasco. Il Comune sta infatti sistemando ilsagrato della chiesa dedicata a Santa Maria delle Grazie: in particolare, è stato rifatto il fondo per poi mettere del nuovo acciottolato, che va a sostituire il precedente, ormai rovinato. I lavori sono eseguiti grazie al ribasso di un appalto fatto in precedenza per il rifacimento della piazzetta Pinet Turlo: il costo delle operazioni si aggira intorno agli 8mila euro. «Abbiamo deciso di intervenire sul sagrato della chiesa per valorizzarla ulteriormente – spiega il sindaco Roberto Beatrice – l’amministrazione sta cercando di partecipare a dei bandi per il restauro della chiesa. Finora non abbiamo avuto successo, ma se non si riesce ad appoggiarsi ai bandi si cerca almeno di fare dei piccoli interventi mano a mano, in modo da renderla sempre più fruibile. Negli ultimi anni, è già stata utilizzata per mostre di artisti locali, che hanno avuto un ottimo riscontro, quindi ci sembrava giusto valorizzare anche l’area davanti».

L’idea è quella di curare anche l’arredo urbano della piazzetta, con elementi come fioriere, piantine, borchie per i parcheggi e paletti delimitatori. I lavori sono iniziati la scorsa settimana e dovrebbero concludersi già nei prossimi giorni, condizioni meteo permettendo.

Quella della “chiesa vegia”, come viene informalmente chiamata dai grignaschesi, è una storia antica e curiosa: la struttura risale al Quattrocento ed è stata per secoli proprietà di una famiglia. Ciononostante, venne a lungo usata come chiesa parrocchiale, fino alla costruzione delle altre chiese, fra cui quella dedicata alla Maria Assunta realizzata dall’architetto Vittone. Alcuni decenni fa, la Chiesa vecchia venne donata al Comune. Attualmente sconsacrata, conserva al suo interno affreschi del 1400 e del 1500.

Articolo precedente
Articolo precedente