Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Cai Varallo ricorda il vice presidente Piero Bertona
Attualità Borgosesia e dintorni -

Cai Varallo ricorda il vice presidente Piero Bertona

A Borgosesia il funerale di un personaggio di primo piano dell'alpinismo locale. Per 40 anni alla guida della commissione "Montagna antica, montagna da salvare".

Cai Varallo ricorda il vice presidente Piero Bertona, per 40 anni alla guida della commissione “Montagna antica, montagna da salvare”.

Cai Varallo ricorda Piero Bertona: aveva 76 anni

E’ stato celebrato l’altro giorno a Borgosesia il funerale di Piero Bertona 76 anni, uno dei due vice presidenti del Cai di Varallo e per 40 anni presidente della commissione “Montagna antica, montagna da salvare”. Attualmente era addetto alle sottosezioni. Fu un personaggio di primo piano sia nel contesto dell’alpinismo locale, sia nell’ambito della conservazione e della valorizzazione della montagna. Si può definire infatti il presidente “storico” di Montagna antica. Lascia la moglie Assunta e i figli Francesco e Alessandra. «Era una persona di poche parole ma di molti fatti», lo ricorda l’ex reggente della sottosezione Cai di Borgosesia, Liliana Aimaro.

Un gruppo a salvaguardia dell’arte e della cultura della montagna

Nata nel luglio del 1973, l’attività della commissione, ora presieduta da Chiara Bovio, è rivolta alla conservazione del patrimonio artistico delle frazioni alte e degli alpeggi della Valsesia: in 45 anni di attività, ha attuato un centinaio di interventi su opere murarie a favore di manufatti architettura civile quali ponti, mulattiere, tetti in piode, in coppi, mulini, abbeveratoi, casa miniera, antichi forni per il pane, loggiati di case walser. In un secondo tempo l’attenzione della commissione si è concentrata sugli edifici di carattere religioso, avendo preso atto che lungo i sentieri montani della Valsesia sono innumerevoli le chiesette, gli oratori, le cappelle, bisognosi di interventi conservativi per salvaguardare tele, affreschi, sculture e le stesse strutture architettoniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente