Seguici su

Attualità

Avis Gattinara: stabili i volontari ma in calo le donazioni

Pubblicato

il

avis gattinara

Avis Gattinara punta sui giovani per incrementare il numero di donazioni.

Avis Gattinara, la sezione

Un gesto che fa del bene agli altri e permette di monitorare la propria salute. Quella dell’Avis di Gattinara è una sezione giovane, che vuole ringiovanirsi ancora di più, e promuovere la donazione del sangue come uno dei “must” per tutti i neo maggiorenni. La sezione gattinarese dell’Avis ha chiuso il 2019 con 400 donatori, la stessa cifra dell’anno prima, tenendo conto dei nuovi volontari e di coloro che invece sono stati tolti dai registri per raggiunti limiti d’età o perché da più di due anni non si presentano alla donazione.

Le donazioni

Lo scorso anno sono stati 718 i prelievi complessivi, qualcuno in meno rispetto ai 745 del 2018. A influire sul calo di donazioni, fenomeno già registrato l’anno precedente, ci sono le norme più restrittive per l’accesso alla donazione, che esclude chi ha soggiornato in alcuni Paesi. Alcuni donatori vengono poi “sospesi” a causa di cure mediche o dentistiche, di tatuaggi o piercing e altri motivi che li costringono a non poter rispondere all’appuntamento con il prelievo. Dei 400 donatori di sangue, ci sono 252 maschi e 148 femmine; 24 donatori hanno tra i 18 e i 25 anni, 63 tra i 26 e i 35 anni, 105 un’età tra i 36 e i 45 anni e 120 dai 46 ai 55 anni; sono 89 i volontari con più di 56 anni.

Venti appuntamenti

«Nel 2020 abbiamo la novità delle 20 date di donazione – dice il presidente Fulvio Bossino -, due in più rispetto agli anni passati, elemento che dovrebbe favorire la migliore distribuzione dei donatori». Il presidente ha fornito anche l’andamento statistico degli ultimi anni. Dal 2013, anno del massimo storico con 863 donazioni, si è passati a 745. «La cosa dispiace – dice Bossino -, ma forse dobbiamo accettare il fatto che, anche a parità di donatori, le donazioni diminuiscono sia per minore fedeltà a donare sia per maggiori restrizioni. Allora la risposta non sta soltanto non cercare di sollecitare i donatori esistenti, ma nel trovarne di nuovi. L’idea di inviare una lettera a tutti i diciottenni, in collaborazione col Comune di Gattinara, si inserisce in questo filone e bisogna dire che c’è stato grande interesse e grande risonanza. Lo stesso progetto interesserà anche i Comuni di Lozzolo e Roasio».

Gli eventi

Quest’anno la sezione celebrerà la Giornata del donatore, a giugno, in collaborazione con la Pro loco di Rovasenda, mentre domenica 29 marzo ci sarà la corsa podistica. Nei prossimi giorni, i Comuni invieranno le lettere a tutti i ragazzi che compiranno 18 anni nel 2020, a firma dei rispettivi sindaci, in cui i primi cittadini ricorderanno cosa comporta il raggiungimento della maggiore età e inviteranno i ragazzi a donare il sangue, come gesto dall’alto valore di senso civico e come opportunità per tenere sotto controllo la propria salute. Insieme alla lettera, i neo-maggiorenni riceveranno una copia della Costituzione, donata dall’Avis gattinarese, e un calendarietto con le date delle donazioni.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *