Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Don Ugo Franzoi da 50 anni parroco di Portula
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Don Ugo Franzoi da 50 anni parroco di Portula

Il sacerdote ha festeggiato la ricorrenza donando alla comunità un libro di ricordi

don ugo franzoi

Don Ugo Franzoi festeggia mezzo secolo tra la comunità di Portula.

Don Ugo Franzoi in un libro

Fotografie e racconti delle ricorrenze più significative della storia di Portula. E’ questo il regalo che il parroco don Ugo Franzoi ha voluto donare alla sua comunità in occasione dei suoi 50 anni trascorsi a Portula. In paese molti si sono ritrovati nel libro, o hanno rivisto il volto dei loro parenti o di persone che non ci sono più. Un bel ricordo che parla di un bel pezzo di storia del paese e del suo parroco. Sarà poi organizzata una festa il 2 giugno, data in cui faceva il suo ingresso nel 1968 accolto da tutta la popolazione.

L’arrivo in paese

Il libro inizia con la foto di don Ugo con i suoi genitori davanti alla casa parrocchiale. Ci sono poi immagini in bianco e nero che testimoniano il suo arrivo in paese. Era stato accolto con tutti gli onori dalle autorità, dall’allora sindaco Valentino Rista e da tutta la gente. Tra i saluti quello del vicario di Coggiola don Orfeo Torello, dei bambini che gli hanno letto una poesia, della gente. «Per la realtà di comunione di vita con tutti voi miei parrocchiani – aveva detto nel suo primo discorso alla comunità – gli anziani vorranno essere il mio aiuto e consiglio, i giovani i miei amici, i bambini la mia predilezione, gli operai i miei fratelli, gli ammalati e i sofferenti i più vicini al mio cuore, i poveri la mia costante sollecitudine. Con questi sentimenti mi presento e mi dono a tutti voi».

Battesimi e matrimoni

Ci sono foto d’epoca della squadra di calcio di Portula, dei campeggi estivi delle opere di carità a Borba in Amazzonia e a Huari sulle Ande. C’è il ricordo ai ragazzi che sono stati aiutati dal parroco, c’è quello rivolto al corpo musicale di Portula e poi ancora i giovani con le immagini della loro cresima partendo dal 1972 fino ai giorni nostri. Ma don Ugo parla, nel suo libro, non solo degli incontri e avvenimenti che definisce “indimenticabili” ma cita anche altri momenti come i battesimi che sono stati 445, dei 210 matrimoni celebrati, le cerimonie funebri che sono state 520.

Nella foto, l’arrivo di don Ugo a Portula

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente