Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Gattinara ripartiti lavori alle rogge
Attualità Gattinara e Vercellese -

Gattinara ripartiti lavori alle rogge

Le operazioni sono state suddivise in due lotti.

gattinara ripartiti

Gattinara ripartiti i lavori riguardanti i canali: sono suddivisi in due lotti.

Gattinara ripartiti i lavori

Le rogge di Gattinara tornano “sotto i ferri”. Dopo il momento di impasse per i lavori di ristrutturazione dei canali, quando la Sii, la società che gestisce le acque a Gattinara, aveva risolto il contratto con l’azienda che aveva vinto l’appalto per alcuni ritardi nei tempi di realizzazione degli interventi, si è provveduto ad assegnare i due appalti. Nei mesi scorsi la Sii ha proceduto alla ricognizione dei lavori già svolti e da un mese circa ha consegnato il cantiere di uno dei due lotti alla società vincitrice. Per il secondo lotto, invece, ci sono dei ritardi dovuti a un ricorso al Tar presentato da una ditta esclusa dalla gara.

L’avanzamento

Nei boschi di Gattinara resta ancora da fare molto. Al momento della scissione del contratto, si è giunti a un 30 per cento di lavori svolti in un lotto e al 20 per cento di avanzamento nel secondo lotto. «In uno dei due lotti – dice Alessandro Iacopino, direttore della Sii – la nuova ditta ha già iniziato a lavorare da circa un mese. Per il secondo lotto, invece, abbiamo avuto dei ritardi e, salvo altri imprevisti, dovremmo firmare il contratto a dicembre. Per l’appalto legato al secondo lotto, infatti, una ditta esclusa dalla gara d’appalto ha presentato ricorso al Tar. Il tribunale ha respinto la clausola sospensiva cautelare, ma resta ancora pendente il merito, quindi preferiamo aspettare che venga sciolto anche questo ultimo dubbio».

I tempi

Per entrambi i lotti, comunque, sono previsti circa 500 giorni lavorativi ma in un uno dei due occorre lavorare solo quando non c’è l’acqua. Nelle rogge si lavora tra l’autunno e l’inverno, perché i corsi d’acqua sono asciutti. «Penso che ne avremo per due annate – dice Iacopino -, lavorando l’autunno e inverno 2019 – 2020 e l’autunno inverno 2020 – 2021. Il 31 marzo poi dobbiamo riaprire l’acqua nei canali. Per il lotto che partirà dopo, però, potremo lavorare anche in estate perché le operazioni non sono connesse col canale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente