Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Rimella micro-comune che dice no alle fusioni
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Rimella micro-comune che dice no alle fusioni

«Da queste proposte non vediamo soluzioni durature ai vari problemi»

Rimella micro-comune che vuole restare tale: il sindaco ribadisce il suo no alle fusioni.

Rimella micro-comune autonomo

Un comune piccolo, ma che vuole mantenere la sua autonomia: niente fusioni. Lo ribadisce il sindaco Riccardo Peco negli auguri alla popolazione, circa 130 anime in tutto. «In merito alle fusioni mi sono più volte direttamente esposto – spiega -. Le pressioni sovracomunali, la carenza di fondi e di trasferimenti, le complicazioni burocratiche, oltre ad i limitati incentivi promessi, inducono sempre più comuni a valutare tale possibilità».

Le difficoltà

Il primo cittadino ammette che le difficoltà non mancano: «E’ un momento difficile per tutti i piccoli Comuni che sempre più si vedono costretti a ricorrere alle unioni o fusioni, o peggio ancora a dissesti finanziari (si vedano le recenti cronache di comuni vicini). La gestione delle nostre risorse è sempre stata oculata e sempre ben programmata (nonostante abbiamo una pressione fiscale locale minima), e da queste proposte non vediamo soluzioni durature ai vari problemi».

La via dell’Unione Montana

Una strada però Peco la indica: «Riteniamo che l’Unione montana, che già bene svolge i servizi affidati, possa essere il punto di partenza per un unione che mantenga vive le identità, e non meno importante le autonomie gestionali dei propri bilanci e territori. Il trasferimento di alcune funzioni può essere l’alternativa alle fusioni». Nonostante tutte le difficoltà economiche a Rimella comunque le imposte sono rimaste davvero basse. «L’imposizione fiscale di Rimella è tale da poterci distinguere ormai tra pochi comuni italiani – fa presente ancora Peco -. A Rimella si applicano le tariffe minime per l’ Imu, la Tasi, e la Tari. L’ imposta di soggiorno e l’addizionale comunale a Rimella non esistono».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente