Seguici su

Attualità

Trivero ricorda Marcella, 40 anni nel suo negozio di casalinghi

Pubblicato

il

Trivero ricorda

Trivero ricorda Marcella Covolo, commerciante storica: sono in tanti a dedicarle un pensiero affettuoso.

Trivero ricorda Marcella

Appassionata al suo lavoro di commerciante, era diventata un punto di riferimento per i clienti nel Triverese. Marcella Covolo in Fontolan era conosciuta e apprezzata da tutti nel paese di Lora, ma anche a Valdilana e nei comuni limitrofi. La donna che aveva 83 anni aveva vissuto in frazione Fila per poi trasferirsi appunto a Lora, l’attuale domicilio. Era originaria di frazione Castagnea a Portula. Ad essere ben conosciuto era anche il suo negozio di casalinghi che si affacciava sulla strada principale del paese, davanti alla farmacia: un vero e proprio bazar dove ci si poteva trovare di tutto. «Se avevi bisogno di qualcosa – la ricorda un conoscente – non c’era problema: dalla Marcella si trovava». E lei era lì tra gli scaffali ben riforniti ad accogliere il cliente con il suo sorriso, la sua professionalità, la sua cordialità e il suo amore per questo mestiere. Lì si poteva trovare davvero di tutto dal giocattolo, all’oggetto da regalare, ai casalinghi, ferramenta o giardinaggio. Bastava aprire la porta del suo negozio e si sapeva che, oltre all’oggetto, c’era anche una persona che sapeva dare un consiglio.

Il suo lavoro

«La mamma – spiega Roberta Fontolan, una delle due figlie – amava molto il suo lavoro. Era la sua grande passione. Ha dedicato la sua vita alla famiglia e al negozio che la impegnava e dove si sentiva bene. Le piaceva stare con la gente, la rendeva felice. Aveva la sua clientela che veniva anche dai paesi vicini, lì c’era davvero di tutto. Tante persone ci hanno contattati per dire del loro dispiacere per la perdita della mamma e per dirci che la ricordano con tanto affetto e stima e per questo li ringraziamo».

Marisa Covolo aveva lavorato da giovane come tessitrice nel lanificio Ermenegildo Zegna, e quando finiva il suo turno di lavoro faceva la parrucchiera in una stanza nella casa dei genitori. Aveva poi aperto il negozio a Trivero, prima nei pressi della chiesetta di Lora e poi davanti alla farmacia, occupando nel tempo lo spazio di tre negozi e allestendo il suo bazar. Il negozio aveva chiuso nel 2012 e, dopo 40 anni di attività, lei si era ritirata in pensione.

Con la sua famiglia

«La mamma – continua Roberta – era malata di Alzheimer. Una malattia brutta ma che le aveva lasciato il suo bel carattere allegro e solare. Continuava ad aver voglia di cantare e noi le siamo stati vicini fino alla fine. Negli ultimi giorni non stava bene, aveva la febbre, fortunatamente non si trattava di Covid e siamo riusciti a stare con lei. E’ rimasta a casa e abbiamo potuto salutarla, non lasciandola da sola. Era davvero una mamma speciale, amava i fiori e il giardinaggio e, soprattutto amava stare con la sua famiglia. E’ davvero un dolore grande»

La comunità si è stretta al dolore della famiglia e ha partecipato al funerale che è stato celebrato giovedì pomeriggio nella chiesa parrocchiale di Matrice. La donna è poi stata accompagnata nel cimitero del capoluogo dove ora riposa. Il cordoglio è giunto al marito Gianfranco Fontolan, alle figlie Renata e Roberta con le rispettive famiglie e i nipoti che adorava, alla sorella Floriana e al fratello Renato e a tutte le persone che hanno avuto modo di conoscerla e di volerle bene. La famiglia ha voluto ringraziare nell’epigrafe il dottor Raffaele Girardi, Svetlana e Maria.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *