Seguici su

Attualità

Valdilana meno imposte sui terreni “inutili”

Pubblicato

il

valdilana meno

Valdilana meno imposte per i terreni con determinate destinazioni d’uso.

Valdilana meno imposte sui terreni

Una soluzione per una tassazione proporzionata. Le aree edificabili o industriali non utilizzate a Valdilana potranno essere modificate nella loro destinazione d’uso, e così i proprietari potranno evitare di pagare imposte troppo alte rispetto a quello che in realtà servono queste aree. L’amministrazione comunale di Valdilana ha infatti verificato la possibilità di riorganizzare la capacità insediativa prevista nei piani regolatori delle diverse municipalità che costituiscono il nuovo Comune. Il che significa modificare i piani regolatori attraverso la predisposizione di una variante.

Aree edificabili inutilizzate

«In questo modo – fa notare il sindaco Mario Carli – coloro che sono proprietari, per esempio, di aree edificabili che però sono inutilizzate, ma soggette ad imposta, avranno l’opportunità di ricondurle ad aree agricole oppure ad altra destinazione congrua con l’utilizzo che ne vorranno fare. Ovviamente la stesso caso vale anche per le aree industriali o commerciali». In effetti, negli ultimi anni diverse aree individuate come edificabili sono rimaste invendute con il cartello “Vendesi” ancora presente. In questo caso i proprietari pagano l’imposta Imu più alta rispetto a chi ha un terreno individuato come agricolo. Con questa revisione invece si ha la possibilità di risparmiare qualche soldo se l’area non è più appetibile a ospitare nuovi insediamenti.

La procedura

Le istanze verranno verificate dall’ufficio tecnico preposto e, se ritenute idonee, verranno accolte e proposte per la variazione del piano regolatore con i tempi e gli atti previsti dalla legge in vigore. I cittadini interessati alla eventuale trasformazione della destinazione d’uso delle aree di loro proprietà potranno inoltrare la richiesta con l’apposito allegato disponibile sul sito. L’ufficio urbanistica è a disposizione per ulteriori informazioni sulle pratiche. In ogni caso, le domande di trasformazione dovranno pervenire al Comune entro il giorno 15 gennaio 2020.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *