Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Varallo cacche davanti ai negozi: la gente protesta
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Varallo cacche davanti ai negozi: la gente protesta

Un post pubblicato su Facebook dimostra che ci sono ancora troppi maleducati in giro con il cane: alla faccia delle multe.

Varallo cacche davanti ai negozi e lungo le strada: torna a salire la protesta

Varallo cacche davanti ai negozi: un post dà il via alle proteste

«Ringrazio la persona che ha fatto fare i bisogni al proprio cane senza poi raccoglierli, anch’io ho un cane ma non mi permetterei mai di lasciare i suoi bisogni per strada». Questo post, con tanto di foto inequivocabile, è stato publicato qualche giorno fa da una commerciante di Varallo. E ripropone un problema che in città è tutt’ora vivo, nonostante telecamere e minacce di pesanti sanzioni ai trasgressori.

Tanti si sono uniti all’appello contro i maleducati

Che il problema sia tutt’altro che risolto lo testimoniano i numerosi messaggi di commento aggiunti da altri residenti al post della negoziante. «Anche in viale Cesare Battisti non scherzano e tutti i giorni specie davanti al MD !!ho il cane anch’io e a volte mi vergogno a passare». E un altro: «Nessuna telecamera, ma anche se ci fosse o è rotta o nessuno la guarda! le contrade sono sempre una latrina, tutti i giorni! E portando in giro la gente ci sono giorni in cui c’è da avere vergogna! Non se ne può più, anche delle varie pisciate sui bordi di uffici negozi vasi del centro. I turisti? quelli da fuori (i turisti veri, non quelli di paesi vicini), vengono e commentano, ve lo assicuro! Qualcuno si è preso anche la m. nelle scarpe… Le multe sarebbero stragradite, e non solo x la sporcizia dei padroni dei cani».

Il cortile trattato come una cloaca

Tra l’altro, è solo di poche settimane fa la protesta di alcune famiglie che vivono nella zona di via Mazzola. Si lamentavano perché qualcuno addirittura lanciava nel loro terreno privato gli escrementi del cane tolti dalla strada.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente