Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Varallo ricorda le vittime del Covid: cresce l’ulivo piantato nel cimitero
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Varallo ricorda le vittime del Covid: cresce l’ulivo piantato nel cimitero

L’ulivo era stato piantato lo scorso settembre e inaugurato con una messa speciale in memoria di coloro che sono mancati durante il lockdown.

Varallo ricorda le vittime del Covid e al cimitero cresce l’ulivo piantato in loro ricordo.

Varallo ricorda le vittime del Covid

Giovedì 18 marzo, nella prima giornata in memoria delle vittime di coronavirus, anche la città di Varallo ha ricordato i suoi concittadini che hanno perso la battaglia contro il Covid. Lo scorso settembre la città ha piantato nel cimitero una pianta di ulivo, a ricordo di tutti i morti della pandemia. Per l’occasione, don Roberto Collarini aveva celebrato una speciale messa.

Ricordati per nome, uno per uno

La parrocchia e l’amministrazione cittadina vollero rendere omaggio con una funzione particolare, all’interno del cimitero cittadino. Nel corso della cerimonia erano stati ricordati i nomi di tutti i defunti nel primo lockdown. Proprio a loro è stato dedicato l’albero di ulivo, piantato simbolicamente all’ingresso del camposanto e attorno al quale i parenti avevano posto un cero.

Un importante momento di raccoglimento

«Abbiamo vissuto – aveva detto il prevosto don Roberto Collarini durante l’omelia – momenti disumani, ma utili a capire e ricordare quali siano le cose davvero importanti della nostra vita. Non possiamo sempre correre e mettere davanti a tutto il successo, la carriera e i mille obiettivi che ci poniamo. A volte è necessario fermarsi per rendersi conto quanto siamo fragili e quali siano i valori che stanno alla base dell’umanità e della nostra comunità».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *