Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Borgosesia ricorda il medico Dario Lorenzini
Cronaca Borgosesia e dintorni -

Borgosesia ricorda il medico Dario Lorenzini

Abitava in corso Vercelli, e proprio nella sua casa è stato trovato senza vita

auto nel canale

Borgosesia ricorda il medico di base Diego Lorenzini.  Sono stati in molti, fra amici, colleghi e assistiti, a dimostrargli il proprio affetto e la propria gratitudine, sabato scorso al funerale celebrato in chiesa parrocchiale

Borgosesia ricorda il medico di base morto a soli 60 anni

Profonda commozione ha destato a Borgosesia la morte del medico di base Diego Lorenzini. Sono stati in molti, fra amici, colleghi e assistiti, a dimostrargli il proprio affetto e la propria gratitudine, sabato mattina al funerale celebrato in chiesa parrocchiale. Lorenzini, 60 anni, era originario di Borgosesia, e in città aveva completato gli studi al liceo scientifico prima di avviare il percorso che lo aveva portato a conseguire la laurea in medicina. All’ospedale di Borgosesia aveva lavorato negli anni Novanta nella medicina d’urgenza, sino al momento in cui, una ventina di anni fa, aveva scelto di intraprendere la strada del medico di famiglia e divenendo uno dei più apprezzati.

Aveva lo studio in piazza Martiri

Il suo studio era in piazza Martiri, nella parte interna del condominio “Casabella”. I pazienti lo ricordano come «professionale e competente», rimarcandone «l’umanità e la disponibilità con cui seguiva i propri assistiti, anche con visite a domicilio». Un medico preparato, e una persona tranquilla e riservata; fra le sue passioni, il ciclismo e le escursioni in montagna. Il medico abitava in corso Vercelli, e proprio nella sua casa è stato trovato senza vita nella giornata di mercoledì 8. Il funerale è stato celebrato sabato mattina nella chiesa parrocchiale di Borgosesia; al termine della cerimonia la salma è stata portata al tempio crematorio di Biella. Lorenzini ha lasciato la mamma Elsa e il fratello Luca con Paola, Francesco e Maria Giulia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente