Seguici su

Cronaca

Pirata della strada investe un ciclista, poi va dai carabinieri a dire che ha travolto un cinghiale

Pubblicato

il

Pirata della strada investe un ciclista, poi va dai carabinieri a dire che ha travolto un cinghiale. Lui denunciato, la vittima ricoverata in ospedale in prognosi riservata.

Pirata della strada investe un ciclista

I carabinieri di Ivrea hanno denunciato alla procura della Repubblica un automobilista 25enne residente a Piverone, poiché ritenuto responsabile di fuga e omissione di soccorso, lesioni e falso ideologico, in relazione a un incidente stradale avvenuto poche ore prima a Ivrea. L’altra sera, come riporta Prima il Canavese, il giovane ha investito con la propria macchina un ciclista di 63 anni, in prossimità della casa circondariale di Ivrea. Poi, invece di prestargli soccorso e chiamare il 112, è fuggito. A chiamare i soccorsi sono stati alcuni automobilisti di passaggio.

Le indagini

Gli  accertamenti condotti dal nucleo radiomobile dei carabinieri hanno consentito, anche grazie alle immagini di videosorveglianza presenti in quell’area e alle prime indicazioni formulate da alcuni cittadini, di individuare la vettura del pirata della strada.
LEGGI ANCHE: Investe una donna sulle strisce e scappa

“Ho investito un cinghiale”

Il proprietario è stato rintracciato in una stazione dei carabinieri mentre denunciava (falsamente e per coprire il vero motivo dei danni) un incidente con un cinghiale che gli aveva causato gravi danni alla macchina. Le parti della carrozzeria recuperate sul luogo dell’incidente sono risultate perfettamente compatibili con i danni riscontrati sull’auto del 25enne, che messo di fronte alle proprie responsabilità ha confessato di aver travolto il ciclista e di essere fuggito per paura di essere sottoposto a un accertamento etilometrico.

La vittima, originaria di Burolo, è ancora ricoverata in ospedale a Ivrea, in prognosi riservata.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *