Seguici su

Senza categoria

GALLERY: tutti gli alunni di Valduggia al parco per un flash mob dedicato ai libri

Pubblicato

il

«Un progetto accolto molto bene dai bambini: l’attività ha permesso loro di sentirsi coinvolti in prima persona»

Libriamoci è sbarcato anche a Valduggia. Le scuole hanno aderito a “Libriamoci”, progetto promosso dal ministero dell’istruzione per avvicinare i giovani studenti alla lettura. L’iniziativa in paese proseguirà con una mostra dei lavori deglialunni.

Nell’attesa dell’allestimento dell’esposizione in municipio, mercoledì mattina gli alunni della scuola dell’infanzia, della primaria e della media, hanno partecipato al “flash mob” letterario ai giardini pubblici. In molti gli studenti che vi hanno preso parte, una sessantina della primaria e altrettanto i più grandi: hanno letto in contemporanea e ad alta voce qualche pagina di un libro hanno portato da casa. Per i più piccoli, una trentina gli alunni della scuola materna, sono state le maestre a leggere per loro racconti e fiabe. Al termine del momento dedicato alla lettura sono state proposte altre attività.

Sebbene la settimana dedicata a “Libriamoci” si sia conclusa venerdì, il percorso proseguirà ancora la prossima settimana: da lunedì 6 a venerdì 10 novembre, nell’atrio del municipio sarà organizzata la “mostra del libro itinerante” che ha coinvolto tutte le scuole dell’istituto comprensivo “Baranzano” di Serravalle del quale fanno parte anche le scuole di Valduggia e Cellio: «In questi giorni la mostra è allestita a Serravalle – spiega Nadia Bussone, fiduciaria della scuola primaria di Valduggia -. Gli studenti di tutti gli istituti scolastici valduggesi, suddivisi per classi, hanno realizzato un loro libro: con il supporto delle insegnanti, hanno scelto loro stessi i temi e i metodi per la creazione dei volumi, quindi per la rilegatura delle pagine. E’ stato un progetto accolto molto bene dai nostri bambini: si sono interessati molto ai libri anche perché le attività hanno permesso loro di sentirsi coinvolti in prima persona».

Oltre alla creazione dei volumi e al “flash mob”, gli alunni sono stati coinvolti in letture che si sono tenute nella biblioteca a Casa Spagna.