Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Beata Panacea torna a Quarona a settembre
Attualità Borgosesia e dintorni -

Beata Panacea torna a Quarona a settembre

Dal 15 al 23 un evento devozionale

Beata Panacea torna a Quarona a settembre. Dal 15 al 23 un evento devozionale

Beata Panacea torna a Quarona a settembre. E’ la quinta volta che accade

In occasione del 650° anniversario della nascita, dal 15 al 23 settembre la Beata Panacea tornerà a Quarona. Per una settimana le spoglie della pastorella martire saranno in paese per la quinta volta. In via di definizione le iniziative che accompagneranno l’evento devozionale. Sicura la posa di una statua al centro della rotonda di corso Rolandi. La Beata Panacea de’ Muzzi nacque a Quarona nel 1368 venne uccisa dalla matrigna nel 1383 sul monte Tucri. Il suo corpo fu trasportato a Ghemme per essere sepolto accanto a quello della madre; le reliquie sono conservate nello scurolo realizzato da Alessandro Antonelli all’interno della chiesa parrocchiale del paese novarese. La Beata è la patrona della Valsesia: il culto ricevette conferma papale nel 1867, ma già nel 1400 vennero edificati due oratori in sua memoria: la Beata al Monte sul luogo del martirio e la Beata al Piano in paese. Sarà la quinta traslazione in paese, le precedenti risalgono al 1962, al 1968, al 1983 e al 2000.

Il programma delle iniziative

Il parroco di Quarona padre Matteo Borroni ha incontrato il parroco di Ghemme Piero Giovanni Villa per definire un programma di massima. Durante il viaggio verso Quarona l’urna sosterà davanti le chiese parrocchiali per un momento di preghiera, e una sosta più prolungata sarà all’ospedale di Borgosesia. A Quarona ci sarà una processione di benvenuto per accompagnare la Beata in chiesa parrocchiale. Durante la permanenza in paese ci saranno altre tre processioni, domenica 16, mercoledì 19 e sabato 22 alle sera, raggiungendo tutti i rioni».

La statua in bronzo

Tra le varie iniziative collaterali verrà posata una statua in bronzo realizzata dall’artista Denise De Rocco e dalla ditta Perincioli. La scultura sarà posizionata al centro della rotonda di corso Rolandi all’incrocio con via Marconi. La statua è in questo momento a Verona per la trasformazione del calco e tornerà ad aprile in bronzo, pronta per la posa e l’inaugurazione fissata a maggio. E altre iniziative coinvolgeranno i giovani. Previsti una recita a cura dei bambini della quinta elementare e un concorso con gli alunni dell’asilo, delle scuole elementari e medie di Quarona e Ghemme. Padre Matteo ha intanto inviato una lettera ai quaronesi: «Questo avvenimento vuole coinvolgere l’intera Valsesia in quanto la Beata è patrona di tutta la valle – scrive il parroco -. E’ mia intenzione con l’aiuto del consiglio pastorale parrocchiale, il consiglio degli affari economici, l’amministrazione comunale e le varie associazioni del paese predisporre un programma dettagliato che sarà definito dopo la celebrazione della Pasqua».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente