Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Borgosesia panchina rossa contro la violenza sulle donne
Attualità Borgosesia e dintorni -

Borgosesia panchina rossa contro la violenza sulle donne

La cerimonia d'inaugurazione sabato alle 16 in piazza Mazzini

panchina rossa

Borgosesia panchina rossa contro la violenza sulle donne

Borgosesia panchina rossa

Una panchina rossa per condannare la violenza sulle donne. L’iniziativa è  della Croce rossa e dell’amministrazione comunale di Borgosesia. Sabato pomeriggio in piazza Mazzini l’inaugurazione dell’arredo. La panchina rossa sarà collocata vicino al basamento sul quale è posato l’orologio. Sulla panca sarà apposta una targa che reca un volto di donna accompagnato dalla scritta: “Abbattiamo il muro del silenzio. Non sei sola. Chiama il numero gratuito nazionale 1522”.

La panchina vuole testimoniare un sentimento di vicinanza e solidarietà

«E’ un evento che arriva a ridosso della celebrazione della festa della donna – affermano dalla Cri – e con il quale si vogliono ricordare tutte le donne vittime di femminicidio, di violenza tacita e nascosta. La panchina vuole testimoniare un sentimento di vicinanza e solidarietà. Inoltre è un richiamo perenne a questo grave problema. Con questo gesto simbolico vogliamo dare il nostro piccolo contributo, con la piena disponibilità del Comune».

La cerimonia d’inaugurazione sabato alle 16

L’inaugurazione sarà sabato alle 16. «La “panchina rossa” sotto l’orologio vuole tener viva la memoria sul problema e far giungere sentimenti di vicinanza e segnali di aiuto a chi non ha ancora trovato il coraggio di denunciare». Questa la motivazione della Croce rossa. «Il riferimento va a tutte le forme di violenza e maltrattamenti che costituiscono una delle violazioni dei diritti umani più diffusa al mondo. Le statistiche dicono che al mondo una donna su tre oltre i 15 anni di età subisce violenza. Significa che non sono ancora sufficienti tutte le azioni messe in campo per combattere questo fenomeno perverso. Esiste una competenza specifica in capo al Dipartimento delle pari opportunità della Presidenza del consiglio, ci sono più di ottanta Centri antiviolenza in tutta Italia. Senza dimenticare associazioni, reti, fondazioni, e manifestazioni di ogni genere, tutte con l’obiettivo di combattere la violenza sulle donne e cercare di prevenirla».

Un Commento

  • Sella Tiziano ha detto:

    È un’ottima idea ! un giorno incontrai una donna che mi racconto’ di essere picchiata dal marito che conoscevo. Stentai a crederci e non denunciai il fatto. Ora, dopo aver sentito questi racconti, non esiterei a farlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente