Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Ghemme alluvionata: 120 volontari all’esercitazione | Le foto
Attualità Novarese -

Ghemme alluvionata: 120 volontari all’esercitazione | Le foto

A organizzarlo il Gres di Sizzano e il gruppo Aib di Bellinzago. Vi hanno preso parte l'Aib di Varallo Pombia, Novara Soccorso e Sre di Grignasco

ghemme alluvionata

Ghemme alluvionata: un’esercitazione da 120 volontari per la Protezione Civile.

Ghemme alluvionata la simulazione

Malgrado la pioggia intensa potesse fare pensare a uno scenario reale, quella di Ghemme alluvionata era solo una simulazione. Ma comunque un’occasione di grande importanza per i 120 volontari che sabato sera hanno dato vita all’esercitazione di protezione civile e soccorso che si è svolta a Ghemme. L’evento è stato organizzato dal Gres di Sizzano e dal gruppo Aib “Amici del bosco” di Bellinzago, con la partecipazione di Aib “Salamandra” di Varallo Pombia, Novara Soccorso e Sre di Grignasco.

Gli scenari

Due gli scenari creati per testare sul campo la professionalità dei volontari e per imparare ad interagire tra “specialisti” di vari settori: un allagamento alla ditta Ponti e un crollo nel ricetto, con 9 feriti con diverse patologie, 12 persone da evacuare (tra cui due disabili in carrozzina) e due dispersi, ritrovati con l’ausilio dei cani molecolari. Durante l’esercitazione, iniziata alle 20 e conclusa alle 23, sono stati utilizzati anche 26 mezzi e allestiti due posti comando. Durante le operazioni erano presenti i sindaci di Ghemme e Sizzano Davide Temporelli e Celsino Ponti, i carabinieri di Ghemme e due osservatori di Cusio Sud Ovest di San Maurizio d’Opaglio.

Agire sotto stress

Durante le operazioni, i volontari sono stati monitorati per analizzare il comportamento sotto stress e nell’incontro finale nella sede del Gres non sono state evidenziate particolari carenze o mancanze. «L’esercitazione – sottolineano i responsabili del Gres nella relazione finale – è stata un successo, non ci sono stati problemi e tutte le associazioni coinvolte sono state in grado di lavorare fianco a fianco, aiutandosi anche tra loro, nello spirito che contraddistingue il volontariato. Al termine tutti si sono ritrovati nella sede del Gres e dopo i debriefing, la serata si è conclusa con una cena di mezzanotte con 120 commensali che hanno fatto onore alla pasta alla “amatriciana”, e non poteva essere diversamente, preparata dallo “chef” Bruno e dai suoi preziosi collaboratori».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente