Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Lozzolo boom di neonati: il raddoppio nel 2017
Attualità Gattinara e Vercellese -

Lozzolo boom di neonati: il raddoppio nel 2017

Sono stati piantati degli alberi dedicati ai nuovi piccoli cittadini

lozzolo boom

Lozzolo boom di nascite nel 2017: piantati otto nuovi alberi per i nuovi cittadini.

Lozzolo boom di lieti eventi

Lozzolo accoglie i suoi nuovi, piccoli cittadini. In paese come da tradizione sono stati messi a dimora gli alberelli per ogni nuovo nato, una iniziativa che quest’anno ha potuto festeggiare anche un numero superiore di bambini rispetto al passato. Sabato 29 settembre, c’è stato il tradizionale benvenuto ai neonati del 2017. Anche se la legge non impone più ai Comuni di mettere a dimora una pianta per ogni nuovo nato, l’amministrazione continua a portare avanti questa tradizione perché la ritiene utile ed importante per la comunità. Dopo il saluto e la benedizione di Don Jarek Dobkovsky, i genitori con i loro bimbi sono stati chiamati a scrivere il nome dei loro bimbi su una margherita in legno e poi a piantare un rosa.

I simboli

«Le rose vogliono rappresentare la bellezza della vita e la disposizione in cerchio alla margherita in legno con i nomi di tutti i bimbi simboleggia l’abbraccio della vita ai bambini che possano avere un futuro felice in una famiglia solida e unita», ha spiegato il sindaco Roberto Sella. La manifestazione si è svolta in piazza Marica e successivamente ci si è trasferiti all’antico forno comunale per un rinfresco.

I nuovi nati

I bambini nati nel 2017 sono otto, un numero elevato rispetto alla media degli ultimi anni che è di 4-6 bambini. A partecipare alla giornata sono stati i piccoli Mia Argenton, Livio Avondo, Alessio Buratto, Emma Enterpe, Cloe Gallo, Rebecca Girleanu, Janet Mastini, Diana Mussa, tutti accompagnati dai propri genitori che hanno preso parte attivamente all’iniziativa voluta dall’amministrazione comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente