Notizia Oggi Borgosesia > Politica > Massimo Basso torna sindaco di Serravalle
Politica Serravalle e Grignasco -

Massimo Basso torna sindaco di Serravalle

Vittoria netta con il 46 per cento dei voti, Lara Sauer si ferma al 28 per cento, Ercoli poco oltre il 21 per cento.

Massimo Basso torna sindaco di Serravalle: vittoria netta con il 46,46 per cento dei voti

Massimo Basso torna sindaco, seconda Lara Sauer

Dopo un anno di commissariamento, Serravalle ha di nuovo il sindaco. Massimo Basso vince nettamente mettendo insieme 1189 voti, pari al 46,46 per cento. Seconda arrivata Lara Sauer (722 voti e 28,21 per cento), terzo Claudio Ambrogio Ercoli (541 pari al 21,24 per cento), quarto Dario Carnaghi (107 voti, 4,18 per cento). Basso era già stato sindaco per due legislature, poi vice per altri cinque anni con Diego Ballarin. Ieri hanno votato 2617 aventi diritto al voto, pari al 65,39 per cento.

Risultato pesante per il centrosinistra

Rispetto allo scorso anno, quando Basso corse da solo da non raggiunse il quorum, ha preso parecchi meno voti (all’epoca i voti erano stati 1757). Ma va considerato che Lara Sauer ed Emanuela Carmellino erano in lista con lui, poi si sono staccate per fare gruppo a parte. Sommando i voti delle due liste, i conti tornano e avanzano pure. Appare invece pesante la sconfitta del centrosinistra: tenuto conto che i tre avversari si spartivano i voti di tutta l’area di centrodestra, c’era chi si augurava un risultato migliore.

Il nuovo consiglio comunale: fuori l’ex sindaco Ballarin

In consiglio comunale in maggioranza con Basso andranno Guido Bondonno, Silvia Pezzana, Sara Greco, Marilena Carmagnola Vietti, Claudio Mazzone, Maurizio Boca, Siro Masi e Uber Croso (resta invece fuori il sindaco uscente Diego Ballarin). Lara Sauer porterà con sé Emanuela Carmellino, Claudio Ambogio Ercoli siederà in consiglio con Maria Cristina Micheletti. Non entra invece Dario Carnaghi.

Un Commento

  • marilena dosso ha detto:

    le sconfitte sono pesanti ma non si può accusare il paese di volersi fermare,Rispetto lo stato d’animo di chi ci credeva e non ce l’ha fatta,ma non ci siamo voluti fermare;ma vogliamo andare avanti con chi ha camminato sempre accanto a noi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente