Notizia Oggi Borgosesia > Sport > Dufour Varallo gioca bene ma la beffa arriva su autogol
Sport Varallo e Alta Valsesia -

Dufour Varallo gioca bene ma la beffa arriva su autogol

A Bianzé la prima uscita ufficiale con il nuovo mister Cesano

dufour varallo

Dufour Varallo ha dovuto arrendersi al Bianzé: fatale un autogol.

Dufour Varallo in trasferta

Destino infausto per la Dufour Varallo: malgrado venti calci d’angolo e una decina di occasioni da gol, la squadra si è dovuta arrendere alla sconfitta. Ieri la trasferta di Bianzè era anche la prima uscita ufficiale di mister Cesano che da martedì scorso ha preso in mano la squadra. Debutto amaro, soprattutto perché la buona prestazione non ha portato punti. Un retropassaggio troppo lungo e forte di Dedin al 20’ ha sorpreso il portiere e la palla è carambolata in rete condannando i valsesiani alla sconfitta.  Ma in novanta minuti la Dufour ha messo sotto assedio la porta del Bianzè senza che però la palla riuscisse almeno una volta a superare la linea di porta.

La classifica

La classifica non cambia, il penultimo posto è confermato con La Chivasso sempre alle spalle. Mister Cesano non ha cambiato nulla, ha cercato di infondere fiducia e sicurezza ai giocatori. Ma è arrivata una sconfitta al termine di una prestazione comunque positiva. E lo stesso tecnico a commentare: «L’impressione della partita è positiva. abbiamo battuto venti angoli, creato una decina di occasioni da gol, loro non sono mai usciti mai dalla loro area. Ma per un retropassaggio sbagliato ora ci troviamo a parlare di una sconfitta che è immeritata».

Buona qualità

Nonostante il pressing e le occasioni la rete non è arrivata: «Ci è mancato davvero solo il gol. Sulla linea sono stati salvati due palloni ancora all’ultimo minuto. I ragazzi ci hanno messo impegno e grinta come avevo chiesto, la squadra ha sbagliato poco o niente». L’autogol ha pesato come un macigno: «I ragazzi ci hanno provato fino alla fine. Anche la qualità del gioco è stata buona. Adesso ci aspettano otto finali. Sono convinto che possiamo farcela, lotteremo fino alla fine senza mai mollare perché la squadra è viva. Abbiamo bisogno solo di trovare fiducia e serenità».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente