Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Anpi Borgosesia rende omaggio a Wanda Canna: un libro dedicato alla testimone della Resistenza
Attualità Borgosesia e dintorni -

Anpi Borgosesia rende omaggio a Wanda Canna: un libro dedicato alla testimone della Resistenza

La pubblicazione, curata dal presidente dell’Anpi Borgosesia Alessandro Orsi, raccoglie i ricordi di tanti amici e della figlia Daria.

Anpi Borgosesia rende omaggio a Wanda Canna con un libro biografico.

Anpi Borgosesia rende omaggio a Wanda Canna con un libro

«Un grande abbraccio simbolico alla nostra grande partigiana». Con queste parole lo storico Alessandro Orsi sintetizza le intenzioni di “Wanda, partigiana sempre”, biografia che racconta la storia della staffetta partigiana scomparsa lo scorso febbraio a 98 anni.

Una storia individuale, rievocata attraverso i ricordi e i racconti di chi l’ha conosciuta e ne ha condiviso passaggi e ideali, che diventa storia universale e testimonianza dei valori di libertà e antifascismo.

Simbolo della Resistenza

Nata a Borgosesia il 3 ottobre 1921 nella “Rua”, Canna si unì a 22 anni alle brigate partigiane, dopo l’arresto ingiustificato della madre. Finita la guerra, iniziò un’instancabile opera di informazione e divulgazione, diventando un simbolo della Resistenza.

Alcuni accenni alla sua biografia

La pubblicazione, curata da Orsi per conto dell’Anpi di Borgosesia, racconta gli episodi che l’hanno coinvolta con la sorella Miliuccia, partigiana combattente, mentre salivano all’“alp dal frà”; episodi con il padre Antonio, «socialista rigoroso e anticlericale» che partecipò ai moti di Milano nel 1898 e fu costretto a trasferirsi a Borgosesia. Ci sono le discriminazioni (esclusa dall’operetta che stava preparando a scuola) perché il papà non aveva la tessera fascista.

C’è la Borgosesia del dopoguerra, con il carnevale e la “Primula rossa”, locale da ballo in un seminterrato a poca distanza dalla piazza. C’è la vita di una ragazza «che doveva destreggiarsi tra famiglia, partigiani maschi, nazifascisti, chiacchiere di una parte retriva dell’opinione pubblica».

Commenti di tanti amici e della figlia Daria

Il volume, stampato con il contributo dell’Istituto per la Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, Vercellese e Valsesia, si completa con gli interventi di tanti amici, raccolti dall’Anpi Borgosesia (di cui Canna fu a lungo presidente).

Tra questi, il ricordo della figlia Daria, che delinea un’immagine più privata, da cui emerge la grande passione di Wanda Canna per la montagna: le escursioni sui monti valsesiana, la tanto attesa salita alla capanna Gnifetti.

Come richiedere il libro

Il libro è disponibile nella sede Anpi di Borgosesia, aperta mercoledì dalle 17 alle 19 e sabato dalle 10 alle 12. È anche possibile richiederlo ai componenti del direttivo Anpi. In sede sono disponibili anche i libri “La piassa granda” e “Il buon soldato Angin”.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *