Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Borgosesia funerale con fiocco rosa per l’addio alla Principessa
Attualità Borgosesia e dintorni -

Borgosesia funerale con fiocco rosa per l’addio alla Principessa

Oggi in parrocchiale il funerale della bambina che se n'è andata l'altra notte a soli 6 anni. Pioggia di messaggi sui social.

Borgosesia funerale con fiocco rosa per l’addio alla Principessa. Oggi in parrocchiale l’addio alla bambina che se n’è andata l’altra notte a soli 6 anni. Pioggia di messaggi sui social.

Borgosesia funerale con fiocco rosa per l’addio alla Principessa

La famiglia ha chiesto di partecipare attaccando un fiocco rosa all’occhiello della giacca o del giaccone. Così da creare un piccolo fiume rosa per accompagnare la Principessa nel suo ultimo viaggio. Soprattutto chi anche solo per un attimo ha fatto qualcosa per il bene della piccola. E’ fissato per il pomeriggio di oggi, martedì 11 febbraio, alle 14.30 il funerale di Anastasia Lavatelli, la Principessa dei tubicini, morta l’altra notte a soli 6 anni.

Ieri sera una folla alla recita del rosario

Nella serata di ieri la chiesa di Isolella non è riuscita a contenere le tantissime persone che hanno voluto partecipare al rosaio. La storia della Principessa aveva mobilitato la Valsesia. La piccola, nata il 29 dicembre 2013, dopo soli quattro giorni aveva avuto una crisi cardio-circolatoria che ne aveva compromesso per sempre la salute. Poco dopo, si era formata una lunga catena di solidarietà per sostenere la famiglia e in particolare papà Paolo e mamma Francesca nella non facile avventura di accompagnare la Principessa nel mondo.

Pioggia di messaggi sui social

Nella giornata di ieri sono stati centinaia i messaggi postati a ricordo della piccola e per vicinanza alla famiglia. “Dolce Anastasia ora sei una meravigliosa stella, illumina la tua famiglia e proteggili sempre”. “È stata una bambina tanto tanto tanto amata”. “Ciao Anastasia. Riempi il paradiso del coraggio e della forza che ti hanno contraddistinto. Un bacio alla nostra principessa…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente