Attualità Novarese -

Caritas trasloca alle scuole elementare di Cavallirio

Sono 25 le famiglie seguite dai volontari: anziani e mamme in difficoltà sia italiani che stranieri.

La Caritas di Cavallirio e Prato trova casa alle scuole elementari. Sabato l’inaugurazione dei locali. Sono 25 le famiglie seguite dai volontari: anziani e mamme in difficoltà. Sono italiani e stranieri.

Caritas trasloca alle scuole elementare di Cavallirio

Da sabato la Caritas della parrocchia di Prato Sesia e Cavallirio ha una nuova sede, situata al piano terreno dell’edificio delle scuole elementari del secondo centro. Il sindaco Vito D’Aguanno ha voluto che l’inaugurazione fosse un momento pubblico, soprattutto per far sapere che l’Istituzione non ha lasciato il territorio, ma continuerà a seguire le persone che vi si rivolgono abitualmente o che riterranno di averne necessità da Cavallirio anziché da Prato Sesia.

«Quest’estate mi è stato chiesto se fosse possibile individuare dei locali da destinare alle loro attività – afferma il primo cittadino cavallirese –. Siccome avevamo recentemente effettuato un intervento di riordino e pulizia dell’archivio comunale, abbiamo proposto loro quei locali che, visitati dalla responsabile della Caritas, Giuliana Pettinaroli, e dal parroco don Fulvio Trombetta, sono stati ritenuti idonei, così li abbiamo destinati volentieri a loro. Abbiamo provveduto a sistemare i serramenti, tinteggiare le pareti, igienizzare le sale, ripristinato i servizi igienici, creato le condizioni ottimali per un’attività come quella della Caritas. A settembre i volontari dell’organismo pastorale hanno provveduto a sistemare le scaffalature e, non appena è stato tutto pronto, hanno deciso di cominciare a operare nella nuova sede».

Un servizio essenziale per il territorio

Per il sindaco era importante che si continuasse a mantenere un servizio che, soprattutto in questi ultimi anni, ancor più con la pandemia, ha dimostrato di essere una risorsa importantissima per la comunità.

«Per me è essenziale che si mantenga il contatto con le 25 famiglie che, attualmente, si avvalgono degli aiuti gestiti dal gruppo parrocchiale – conferma D’Aguanno – Quando ho saputo che nei nostri due piccoli paesi sono così tante le persone che chiedono un supporto, mi sono reso conto dell’importanza di offrire loro assistenza. Ritengo che sia fondamentale mantenere il rapporto di disponibilità e collaborazione tra i nostri due Comuni; poco importa dove si trova la base operativa, ciò che davvero conta è continuare ad essere di aiuto. Anche dopo il covid, sono sempre tante le famiglie che fanno ricorso ai sostegni dell’organizzazione: sono anziani, mamme in difficoltà, spesso extracomunitari, ma non solo. La Caritas sarà sempre a loro disposizione. Vorrei sottolineare anche l’importanza dell’apporto della Protezione civile, i cui volontari nel periodo di confinamento hanno fatto la spola tra Prato Sesia e Cavallirio per recuperare le borse con la spesa per distribuirla alle nostre famiglie».

Fotoservizio di Sandro Mori.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *