Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Chiude pronto soccorso a Borgosesia. La richiesta della Regione
Attualità Borgosesia e dintorni -

Chiude pronto soccorso a Borgosesia. La richiesta della Regione

Sono sette gli ospedali che si vedranno sospendere l'attività di emergenza: obiettivo, concentrare le risorse sul Coronavirus. Tre giorni di tempo. Il sindaco si oppone.

varallo bimba

Chiude pronto soccorso a Borgosesia. La richiesta della Regione. Sono sette gli ospedali che si vedranno sospendere l’attività di emergenza: obiettivo, concentrare le risorse sul Coronavirus. Tre giorni di tempo. Il sindaco si oppone.

Chiude pronto soccorso a Borgosesia. La richiesta della Regione

Tre giorni di tempo per chiudere il pronto soccorso e riorganizzare la situazione. E’ l’input che i vertici regionali della Sanità hanno inviato a sette dirigenti Asl. Tra questi, anche quello di Vercelli, a cui si chiede di chiudere provvisoriamente Borgosesia. Assieme alla Valsesia altri sei ospedali: Giaveno, Venaria, Lanzo, Bra, Ceva e Nizza. L’obiettivo è quello di “liberare” personale per affrontare l’emergenza Coronavirus. Le emergenze “normali” verrebbero gestite a Vercelli (o Borgomanero).

L’allarme del sindaco

La reazione del sindaco e parlamentare Paolo Tiramani sul suo profilo Facebook: “Vengo raggiunto in questi minuti dalla notizia che la Regione vorrebbe sospendere temporaneamente tra tre giorni l’attività del pronto soccorso di Borgosesia per fronteggiare l’emergenza covid di tutta la provincia, recuperando personale e posti letto.  Tale indicazione sarebbe stata data all’unità di crisi dalla mitica dg Chiara Serpieri. Sospendere l’attività del pronto soccorso???  Da Alagna a Vercelli sapete che distanza c’è? Volete recuperare posti letto e personale? Sospendete l’attività di alcuni reparti! Quelli si che possono essere canalizzati a Vercelli, penso a Ortopedia o Urologia che fanno attività programmata. Ho contattato Alberto Cirio, Luigi Genesio Icardi per avere spiegazioni. Di Covid si muore e i casi sono tanti e sempre di più ma anche un ischemia può essere letale. Spero che la Regione ritorni sui suoi passi prima che sia troppo tardi”.

L’INIZIATIVA DI NOTIZIA OGGI: DICIAMO GRAZIE A CHI SI STA PRODIGANDO IN QUESTI GIORNI DI EMERGENZA

3 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *