Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Festa Ana Valsesia: premiati “Gnaro” e Renato Pascariello | LE FOTO
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Festa Ana Valsesia: premiati “Gnaro” e Renato Pascariello | LE FOTO

Sono stati consegnati i riconoscimenti "Fedeltà alla montagna" e "Alpino dell'anno".

Festa Ana Valsesia 2019

Festa Ana Valsesia: importanti riconoscimenti per Silvio “Gnaro” Mondinelli e per il compianto Renato Pascariello.

Festa Ana Valsesia

Penne nere in festa in Valsesia. A Silvio “Gnaro” Mondinelli è stato attribuito il premio “Fedeltà alla Montagna” per l’anno 2019. Nei giorni scorsi, in occasione della festa sezionale degli alpini della Valsesiana, è stato conferito all’alpinista di fama internazionale – che ha raggiunto tutte le 14 vette più alte del mondo tenendo sempre in grande considerazione le persone che gli stavano vicino, senza esitare ad aiutare e soccorrere chi si trovava in difficoltà anche a costo di mancare l’obiettivo – il tradizionale riconoscimento che ogni anno premia chi si è impegnato nella tutela e valorizzazione della montagna. «Le motivazioni – hanno spiegato i vertici del sodalizio – che ci hanno spinti ad assegnare proprio a Silvio Mondinelli questo riconoscimento sono legate non soltanto agli straordinari traguardi alpinistici raggiunti, ma soprattutto alla sua sensibilità e al suo grande impegno nel campo della solidarietà».

Fai scorrere le immagini per vedere tutte le fotografie

L’alpino dell’anno

Il premio consiste anche nella consegna, oltre alla riproduzione in bronzo del “cappello d’alpino” e a una targa, di una somma in denaro che Mondinelli ha subito devoluto all’associazione Passeportout. Prima della celebrazione della messa da parte del prevosto di Varallo, don Roberto Collarini, l’Ana ha consegnato alla famiglia di Renato Pascariello, da poco scomparso, il premio “Alpino dell’anno” per il suo grande impegno all’interno della sezione. «Il consiglio sezionale – ha spiegato il presidente Gianni Mora – aveva scelto di premiarlo già lo scorso ottobre e così abbiamo voluto fare oggi con orgoglio ed emozione». Con la stessa emozione e commozione è intervenuta una delle figlie dell’alpino che ha sottolineato come la sezione rappresentasse una seconda famiglia per lui e di quanto fosse importante prendere parte a tutte le iniziative da essa organizzate. Al termine della messa e della premiazione di Mondinelli tutti i presenti si sono riuniti per il pranzo sotto al tendone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente