Seguici su

Attualità

Gattinara tre anni senza tassa rifiuti per nuove attività e nuove famiglie

Pubblicato

il

Gattinara nuova

Gattinara tre anni senza tari per le nuove famiglie e le nuove attività che scelgono il paese: è una delle agevolazioni previste dalla “manovra” comunale.

Gattinara tre anni senza tari

Una “manovra” per ridurre la pressione fiscale (almeno a livello comunale) sui cittadini a Gattinara. Sono stati approvati nuovi provvedimenti e, in gran parte, confermati alcuni già varati lo scorso anno, quando ancora non si parlava di emergenza sanitaria, ma l’obiettivo era rilanciare il tessuto sociale ed economico della città. Il consiglio comunale, infatti, ha approvato una serie di agevolazioni a favore di varie fasce della popolazione.

L’Irpef

Il primo provvedimento è relativo all’aliquota Irpef, che a Gattinara calerà per il terzo anno consecutivo, passando dallo 0,73% allo 0,7%. «Nel giro di tre anni – spiega il sindaco di Gattinara, Daniele Baglione – siamo passati da un’aliquota allo 0,8% allo 0,7%; questo significa che la tassazione sui gattinaresi è diminuita di 100 mila euro in un triennio, dato che ogni decimale in meno di Irpef corrisponde grosso modo a questo importo». Inoltre è stata confermata l’esenzione totale dal pagamento dell’Irpef per chi ha un reddito inferiore ai 10 mila euro.

Gli aiuti

Ci sono poi i buoni spesa per le famiglie, per l’acquisto di beni di prima necessità, messi a disposizione dal Comune per sostenere le persone e le famiglie “in condizioni di assoluto momentaneo disagio”. Sono state confermate le forme di assistenza alle persone in difficoltà, tramite borse lavoro e forme di volontariato attivo, attraverso il progetto “Ti prendo per mano”: chi è in difficoltà economica riceve dei voucher in cambio di piccoli lavori a favore della comunità. Continuerà fino al termine dell’emergenza sanitaria la gratuità dei parcheggi blu del centro: invece di pagare il tagliando al parchimetro, bisogna esporre il disco orario e la sosta massima consentita è di tre ore.

La tassa rifiuti

La pandemia ha costretto l’amministrazione comunale a introdurre agevolazioni relative alla Tari per tutte quelle attività commerciali che hanno subito una chiusura forzata, a causa delle varie restrizioni sanitarie che si susseguono ormai da quasi un anno. Anche per il 2021, è stato invece confermato l’incentivo alle nuove famiglie a scegliere Gattinara come città in cui vivere. Le giovani coppie che creano una nuova famiglia e chi apre una nuova attività nella città del vino non pagherà la Tari per i prossimi tre anni. Per chi ristruttura un edificio, invece, ci sarà una riduzione dell’Imu per i tre anni successivi.

I contributi alle associazioni

Nelle prossime settimane verranno erogati contributi alle associazioni cittadini, mentre le famiglie riceveranno dal municipio tutta l’assistenza necessaria per richiedere il contributo per gli affitti, i voucher scuola, i servizi extra scolastici, il rimborso dei farmaci di fascia C e dei ticket per indigenti e le agevolazioni per le tariffe energetiche. Anche per il 2021, è stata confermata l’esenzione dal pagamento della tassa di occupazione del suolo pubblico per le attività commerciali che vogliono esporre la loro merce durante le manifestazioni. Le associazioni gattinaresi, invece, non pagheranno i diritti di affissione per i manifesti relativi alla promozione delle loro attività.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *