Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Giro d’Italia: si alza il sipario sulla tappa Abbiategrasso-Mera
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Giro d’Italia: si alza il sipario sulla tappa Abbiategrasso-Mera

La tappa, come ha spiegato il direttore corse di Rcs Sport, Stefano Allocchio, sarà particolarmente impattante sui corridori

Giro d’Italia: si alza il sipario sulla tappa Abbiategrasso-Mera.

Giro d’Italia e la tappa valsesiana

Conferenza stampa -evento, nella serata del 25 aprile al Teatro Civico di Varallo, per la presentazione della 19° tappa del Giro d’Italia, che avrà l’arrivo a Mera, località sciistica sulle montagne valsesiane: con la partecipazione dell’AD di RCS, Paolo Bellino, oltre che di personalità di spicco del giornalismo sportivo e della politica locale, si è illustrata l’unicità di questo attesissimo appuntamento sportivo: «Una tappa decisiva – ha detto Riccardo Magrini, commentatore di Eurosport con un passato da campione sulle due ruote – con caratteristiche tecniche decisamente impegnative ed un impatto paesaggistico straordinario. Il passaggio del Giro attraverso questi territori – ha continuato – rappresenta anche una grande opportunità per mostrare all’Italia intera ed al mondo le bellezze di questi luoghi, che riuniscono in sé valenze di grande pregio sotto diversi aspetti».

LEGGI ANCHE: Valsesia comincia a colorarsi di rosa in attesa del Giro d’talia

La tappa, come ha spiegato il direttore corse di Rcs Sport, Stefano Allocchio, sarà particolarmente impattante sui corridori: «È la 19° tappa, quindi gli atleti arrivano con già tanti km sulle gambe effettuati nei giorni precedenti, l’arrivo sarà inoltre al termine di un percorso che comprende la salita del Mottarone e la Colma, si dovrà superare un dislivello di 3400 mt – ha spiegato – e credo che questa ultima salita potrebbe decidere il giro: con una pendenza media del 10% e punte del 14%, è una delle più spettacolari mai proposte al giro d’Italia».
Se l’aspetto tecnico è di grande rilievo, non lo è di meno quello paesaggistico, che è stato sottolineato più volte da Paolo Bellino, Amministratore Delegato di RCS Sport, ospite d’onore della serata: «Il Giro d’Italia, che ha superato le 100 edizioni, deve il suo successo all’Italia ed ai suoi luoghi magnifici – ha detto il manager – e questa tappa ne è un esempio significativo: Mera è un arrivo inedito, in un territorio che ha saputo fare squadra per presentarsi in tutte le sue sfaccettature alla straordinaria vetrina che la carovana rosa propone; il passaggio di tappa è un grande investimento in termini di visibilità, ed è bellissimo vedere come tutti gli amministratori locali della Valsesia si siano attivati proprio per cogliere al meglio questa occasione».

LEGGI ANCHE: Varallo e Sacro Monte in rosa aspettando il Giro d’Italia
Un ruolo, quello degli amministratori locali, che è risultato ben evidente dalle parole di quanti sono intervenuti alla presentazione: dal Deputato del territorio, On. Paolo Tiramani, al Presidente della Provincia di VC Eraldo Botta, dall’Assessore Regionale al Turismo Fabrizio Ricca al Consigliere Regionale Angelo Dago.

3 Commenti

  • John ha detto:

    Molto bello tutto l’interesse sportivo e le belle parole spese in merito alla gara, alla difficoltà della tappa, alle bellezze naturalistiche e al turismo. Ma la domanda fondamentale è sempre la stessa: ma la strada da Scopello a Mera è stata asfaltata o sarà asfaltata prima della gara? O magari, visti i soliti cortocircuiti burocratici, la asfalteranno DOPO la gara? No perchè far salire e scendere dei ciclisti di corsa su quella strada nelle condizioni in cui si trova di solito è un atto criminale.

  • fabrizio ha detto:

    La asfaltano di sicuro vuoi scherzare!!!! C’è il Giro d’Italia ,faranno un sacco di interventi proprio x quello altrimenti come al solito (Aspetta e Spera)Buona serata

  • Liliana Caneva ha detto:

    Mi piacerebbe vedere qualche altra miglioria lungo il percorso della tappa Valsesiana oltre a quella bella immagine del Sacro Monte in rosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *