Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Pista ciclabile in alta Valsesia già disastrata dopo due anni GALLERY
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Pista ciclabile in alta Valsesia già disastrata dopo due anni GALLERY

Un lettore: «Secondo me chi l’ha creata non è mai salito su una bici, tutti soldi buttati via»

Pista ciclabile già disastrata. Il tratto Scopa-Balmuccia è stato realizzato solo due anni fa GALLERY

fai scorrere la gallery

Pista ciclabile, una situazione davvero disastrata

La pista tra Scopa e Balmuccia è stata realizzata solo due anni fa, ma è già dissestata. E a segnalare a camminatori e biker le criticità del percorso c’è anche un cartello. E in effetti avventurandosi lungo il tracciato la situazione è davvero, appunto, “dissestata”, tra pietre cadute sul tracciato e una parte di versante franato.

Reportage di un lettore

Un nostro lettore ha scattato alcune foto della situazione che si è trovato davanti e ce le ha inviate tramite il nostro gruppo broadcast. «Queste foto sono quello che resta della pista ciclabile da Scopa a Balmuccia aperta solo due anni fa; adesso chi la rimette a posto? Secondo me chi l’ha creata non è mai salito su una bici, tutti soldi buttati via. A questo punto era meglio solo mantenere il vecchio sentiero che era molto più comodo e i soldi usarli in qualcosa di più utile».

Immagini che parlano da sole

Le immagini parlano da sole. Un cartello avvisa gli escursionisti e biker che da lì in avanti inizia una pista dissestata. E lungo il tracciato si notano diverse pietre cadute, forse a causa delle abbondanti piogge. Insomma, il transito non è di certo agevole e in alcuni tratti, a bordo di una bicicletta, può essere anche pericoloso se non si è un esperto.

«Le piste devono essere fatte con criterio»

«Sono favorevole alle piste perché le frequento – continua il lettore – però devono essere fatte con criterio dando la possibilità di pedalare a tutti con un po’ di fatica ma anche divertirsi. Solo in questo modo vengono più turisti e la pista si rovina meno. Per esempio, nel tracciato da Rassa a Sorbella si trovano addirittura griglie di scolo da giardino di città e per di più sono fattibili solo per alcuni viste le pendenze del 20 per cento». Le piste ciclabili sono sempre più oggetto di attenzione in zona; in Valsessera se ne vorrebbe realizzare una sul tracciato della vecchia ferrovia. L’importante, una volta costruita, sarebbe di averne cura.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *