Seguici su

Attualità

Pray, nell’area verde arriva una pista da mountain bike

Pubblicato

il

Saranno inoltre completate le tribune del campo sportivo

Ci sarà anche un’area per le mountain bike a Pray. Verrà inoltre completata la tribuna del campo sportivo.

All’inizio del mese l’amministrazione comunale ha incontrato il funzionario del Credito sportivo per definire il progetto. Un intervento da 47mila euro che verrà portato a termine grazie a un finanziamento. Diverse le opere che rientrano nel progetto, l’obiettivo è di andare a potenziare l’area già a disposizione degli sportivi.

Un intervento riguarderà il completamento delle tribune del campo sportivo. Attualmente infatti sono vuote nella parte inferiore. «Andremo a chiudere le tribune – spiega il vice sindaco Gianfranco Mencattini che ha presentato il bilancio -. In questo modo verrà ricavato un ampio locale che fungerà da magazzino, si potranno mettere i vari attrezzi che ora sono ricoverati in un capanno a bordo campo». Non va dimenticato che il campo sportivo di Pray si era già ampliato qualche anno fa con l’inaugurazione del campetto laterale utilizzabile per allenamenti o dalle formazioni giovanili. 

L’altro progetto sportivo riguarderà invece la realizzazione di un’area per le mountain bike. «E’ un settore che va per la maggiore – sottolinea ancora Mencattini -: come dimostrano le piste realizzate a Coggiola, nel fine settimana sono tantissimi gli appassionati che praticano questa disciplina». L’obiettivo è di creare un’area apposita nei pressi sempre del campo sportivo. «Non sarà un percorso per professionisti – spiega Mencattini -, ma una zona accessibile per il divertimento e per gli allenamenti dei giovani. Crediamo che possa essere comunque una buona palestra dove allenarsi e divertirsi».

Ma grazie al finanziamento del Credito sportivo sarà possibile intervenire anche per sistemare l’area sportiva in generale oppure l’area fitness a fianco del torrente Sessera. «Il finanziamento era fino a 100mila euro – spiega ancora Mencattini -, ma per ragioni finanziarie abbiamo deciso di iniziare con le priorità per non andare a gravare sul bilancio».