Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Protesi bionica al posto della mano: vercellese primo in Italia
Attualità Fuori zona -

Protesi bionica al posto della mano: vercellese primo in Italia

A Gabriele (17 anni) applicato un arto artificiale realizzato da una ditta che si occupava dei reduci dall’Afghanistan che avevano subito mutilazioni.

Protesi bionica al posto della mano: vercellese primo in Italia

Protesi bionica al posto della mano: vercellese primo in Italia

Per una malformazione congenita ha sempre dovuto convivere con una mano sinistra appena abbozzata: più piccola e senza dita. Finora se l’è sempre cavata comunque. Adesso però Gabriele Luberto, vercellese classe 2000, iscrittto all’Istituto tecnico aeronautico è la prima persona in Italia alla quale è stata applicata una protesi bionica che d’ora in avanti sarà la sua mano. A occuparsi della realizzazione dell’arto artificiale è stata una ditta scozzese che ha realizzato questi apparecchi innanzitutto per i reduci dall’Afghanistan. A Torino l’altro giorno è stata applicata al giovane vercellese una protesi parziale alla mano sinistra. E’ la i-Digits quantum, una sorta di “guanto” con delle dita intelligenti che si muovono grazie ad un microprocessore e a due batterie. Si tratta di una vera prima volta in Italia: questa novità tecnologica, infatti, non era mai stata utilizzata in precedenza qui. Per ulteriori dettagli leggi notiziaoggivercelli.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente