Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Quarona navetta per andare in banca a Borgosesia
Attualità Borgosesia e dintorni -

Quarona navetta per andare in banca a Borgosesia

Il sindaco chiede ancora l'apertura, almeno parziale, della filiale locale.

quarona navetta

Quarona navetta per accompagnare i cittadini in banca dopo la chiusura della filiale locale.

Quarona navetta per la banca

Il Banco Bpm di Quarona rimane chiuso: per ora non è in programma neppure una riapertura in forma ridotta. Il Comune mette dunque in campo un servizio per accompagnare i cittadini all’agenzia di Borgosesia. E si fa più concreta la possibilità di presentare un esposto alla magistratura per l’interruzione del servizio. La filiale di corso Rolandi della Banca Popolare di Novara – Banco Bpm, è ormai chiusa da lunedì scorso. Una chiusura che viene motivata con l’impossibilità di garantire le disposizioni di sicurezza richieste in questo periodo di emergenza sanitaria.

La posizione della banca

Alla richiesta del sindaco Francesco Pietrasanta, è giunta la risposta dalla direzione generale di Bpm in cui viene ribadita «la necessità di razionalizzare i presidi territoriali per garantire il rispetto delle disposizioni emanate dall’autorità» e viene sottolineata «la possibilità di effettuare una vasta gamma di operazioni bancarie allo sportello automatico, del quale è assicurato il regolare funzionamento, o utilizzando i canali digitali Youweb o Youapp». Invitando infine, per i servizi che non possono essere svolti con questi canali, alla filiale di Borgosesia «che essendo più ampia ha potuto ricevere i colleghi della filiale di Quarona, e potrà fornire a tutti i clienti di Quarona l’assistenza necessaria».

Il sindaco

Una risposta che non soddisfa il primo cittadino, alle prese con le necessità quotidiane dei quaronesi: «Non ci siamo – osserva Pietrasanta -. Chi non ha bancomat o conto online, e deve prevalere contanti, è costretto a spostarsi, proprio in un momento in cui è necessario restare chiusi in casa, soprattutto gli anziani. C’è chi inizia ad avere difficoltà a pagare piccoli acquisti o la spesa portata a domicilio, perché scarseggia il contante. La banca non vuole sentirci, noi continuiamo a chiedere che venga ripristinata un’apertura almeno parziale della filiale. E’ sufficiente una sola volta su settimana, anche solo su prenotazione, basta vi sia l’opportunità per i clienti di poter garantire dei servizi».

Il servizio di trasporto

Per ovviare alle difficoltà che incontrano i quaronesi, il Comune ha istituito un servizio di trasporto a Borgosesia per prelevare alla filiale della Popolare. «Sarà un volontario ad accompagnare una sola persona, entrambi muniti di mascherina e guanti – spiega il primo cittadino -. Il trasporto sarà preceduto da una telefonata alla banca per prenotare. I carabinieri sono già stati avvertiti, e non ci saranno problemi per la trasferta fuori comune». Per richiedere il servizio bisogna telefonare a Valter Colla, al numero 349.5459.130, che già coordina la consegna della spesa a domicilio.

La riapertura

Resta valida la richiesta alla Bpm di rivedere la decisione: «Si è scelto di interrompere un servizio essenziale, andando anche in opposizione al decreto ministeriale che consente l’apertura delle banche adottando ovviamente tutte le precauzioni necessarie – evidenzia Pietrasanta -. Ripeto, è sufficiente un’apertura a settimana per risolvere le necessità dei clienti quaronesi che non hanno bancomat o home banking. Sono disponibile a un confronto con i responsabili dell’istituto per spiegare le nostre ragioni. Se invece la banca procede sulla strada intrapresa, siamo decisi a presentare un esposto alla procura».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente