Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Quarona progetto da 400mila euro per la scuola media
Attualità Borgosesia e dintorni -

Quarona progetto da 400mila euro per la scuola media

Il comune ha presentato la richiesta per accedere a un bando ministeriale.

quarona progetto

Quarona progetto sulle scuole medie per tentare di accedere al bando ministeriale.

Quarona progetto per le scuole

Si spera in un nuovo volto per la scuola media di Quarona, con un aggiornamento alle più recenti normative in campo antincendio e antisismico. Un impegno considerevole per il quale il Comune di Quarona ha presentato domanda di ammissione a un bando ministeriale. Se la risposta sarà positiva, è atteso un finanziamento da 400mila euro che consentirebbe la ristrutturazione dell’edificio di piazza Combattenti.

Lavori importanti

«Si tratta di un progetto già inserito nel programma triennale delle opere pubbliche – spiega l’assessore comunale Maria Rosaria Gallotta, delegata ai lavori pubblici -. La finalità è ristrutturare la scuola media, per renderla ancora più sicura per alunni e personale, adeguandola sotto ogni aspetto e dando la possibilità di definire opportuni piani di emergenza. Si tratta di lavori cospicui, che non si riescono a realizzare con le sole casse comunali. Pertanto, abbiamo individuato un bando del ministero degli Interni che prevede l’assegnazione di contributi su interventi diversi tra i quali la messa in sicurezza degli edifici scolastici. Siamo fiduciosi, anche se è sempre difficile essere ammessi alle risorse distribuite con questi bandi considerata le domande fatte da centinaia di Comuni».

Altri bandi

E non è l’unico bando che interessa le scuole a cui fa affidamento l’amministrazione di Quarona: «Un secondo va a finanziare lavori di verifica e sistemazione di solai e controsoffitti. Stiamo facendo le valutazioni per presentare la relativa domanda. Sarebbe l’ideale complemento all’altro lavoro, e permetterebbe di perfezionare l’edificio scolastico sotto ogni aspetto».
Affidarsi ai bandi, che siano regionali, statali o europei, è il metodo sin da subito indicato dal sindaco Francesco Pietrasanta per accedere ai finanziamenti: «E’ il mezzo che può permetterci di recuperare le risorse che servono al paese – conferma Gallotta -. Stiamo partecipando ad altri due bandi per la sicurezza del territorio contro il rischio idrogeologico. Appena siamo a conoscenza di un bando, si prova: è difficile arrivare al risultato, ma almeno non lasciamo nulla di intentato».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente