Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Si aggrava la siccità in tutto il Piemonte
Attualità Borgosesia e dintorni -

Si aggrava la siccità in tutto il Piemonte

Con il rialzo delle temperature e l’assenza di precipitazioni torna lo stato di “massima pericolosità” per gli incendi boschivi. 

Si aggrava la siccità in tutto Piemonte. Gennaio, così indicano le previsioni meteo, si chiuderà all’insegna dell’alta pressione. Piogge e nevicate arriveranno, forse, solo la prima settimana di febbraio. Ma a partire dai prossimi giorni farà meno freddo. Secondo l’Arpa a fine settimana ci sarà un “sensibile rialzo delle temperature in montagna”.

Una previsione in linea con il nuovo inquietante dato che connota il 2015 come l’anno più caldo di sempre: il record, registrato dai satelliti della Nasa, spetta a dicembre con 1,11 gradi sopra la media. Nel corso del 2015 sono stati 10 i mesi che hanno segnato un primato in termini di caldo, con le sole eccezioni di gennaio e aprile. La temperatura sulla superficie terrestre è stata più alta di 1,33 gradi rispetto alla media; quella della superficie marina ha registrato +0,74 gradi sopra la media. 

Con il rialzo delle temperature e l’assenza di precipitazioni torna lo stato di “massima pericolosità” per gli incendi boschivi in Piemonte. A reintrodurre il provvedimento la Protezione civile che vieta “tutte le azioni che possono determinare anche solo potenzialmente l’innesco di un incendio: accendere fuochi, far brillare mine, usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli, utilizzare motori, fornelli o inceneritori che producano faville o brace, accendere fuochi d’artificio, fumare, disperdere mozziconi di sigarette o fiammiferi accesi, lasciare veicoli a motore incustoditi a contatto con materiali vegetali combustibili”.

Le violazioni sono perseguite con sanzioni penali e amministrative (da 200 a 2000 euro).