Seguici su

Attualità

Una Grignasco commossa ha detto addio a Flavio Manfron, 56 anni

L’uomo è stato tesserato per vent’anni con l’Amatori sport di Serravalle. Ultimamente gli era stato diagnosticato un grave male.

Pubblicato

il

Commozione a Grignasco per l’addio a Flavio Manfron. Appassionato podista, trovato senza vita a soli 56 anni. Nella chiesa di Bovagliano la vicinanza dei colleghi della “Prosino” e delle donne che lavoravano alla “Ragno” con la madre

Una Grignasco commossa ha detto addio a Flavio

C’erano gli amici, gli appassionati di podismo della zona, i colleghi di lavoro della “Prosino”, e anche alcune ex colleghe della madre alla “Ragno”. Sabato pomeriggio la comunità di Grignasco ha detto addio a Flavio Manfron, trovato senza vita la scorsa settimana nella propria abitazione. A celebrare la funzione nel cimitero di Bovagliano c’era il parroco don Enrico Marcioni. Tra le corone di fiori, anche quella della “Prosino”, l’azienda metalmeccanica in cui l’uomo lavorava.

Appassionato sportivo

Oltre che su lavoro, Manfron era particolarmente noto negli ambienti sportivi, e in particolare tra gli appassionati di podismo. Per più di vent’anni era stato iscritto all’Amatori Sport, società con sede a Serravalle ma che raduna numerosi appassionati da tutta la zona. Flavio aveva partecipato anche a parecchie manifestazioni agonistiche, facendosi ricordare per il carattere gentile, e per la grande correttezza e sportività che lo hanno sempre contraddistinto. Oltre agli Amatori Serravalle, l’uomo aveva partecipato alle attività di un gruppo di podisti di Gattinara, ed era anche un appassionato di tennis.

Purtroppo qualche tempo fa gli era stato diagnosticato un male che lo aveva costretto ad affrontare un percorso terapeutico non facile. Aveva dovuto abbandonare l’attività agonistica, ma si era comunque prestato a fare il volontario per garantire la sicurezza durante alcune gare. Ma non ce l’ha fatta. Se n’è andato a 56 anni, lasciando la mamma Giovanna, il papà Mario, i cugini Enrico con Giulia, Piero con Nadia, Juna con Severino e Denis, oltre ad altri parenti.

(foto Sandro Mori)

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *