Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Varallo accoglie il Giro, le immagini più belle: “Avevamo tutti bisogno di un evento così”
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Varallo accoglie il Giro, le immagini più belle: “Avevamo tutti bisogno di un evento così”

Grande entusiasmo per l'arrivo dei ciclisti: la città si è tinta di rosa.

Varallo accoglie il Giro

Varallo accoglie il Giro d’Italia con grande entusiasmo: tantissime le persone che hanno dedicato qualche iniziativa all’evento.

Varallo accoglie i ciclisti

Il “Giro d’Italia” è stato accolto con grande calore a Varallo. I preparativi fervevano ormai da settimane ma per il gran giorno tutto è stato perfetto. La città si è letteralmente tinta di rosa: i negozi con le vetrine a tema, bar e ristoranti si sono sbizzarriti con le decorazioni e l’offerta di specialità in tinta e anche di fronte alla collegiata di Varallo è apparso un bel fiocco rosa. Anche i cittadini hanno voluto contribuire impegnandosi nella decorazione degli esterni delle proprie abitazioni e posizionando biciclette rosa lungo il percorso seguito dai concorrenti della gara e c’è anche chi ha allestito un vero e proprio spettacolo musicale per salutare i ciclisti con un concerto di fisarmoniche vicino all’imbocco per la Val Mastallone ma anche con chitarre e batteria lungo viale Cesare Battisti. «Abbiamo deciso di omaggiare il passaggio del giro secondo lo spirito del gruppo “Wild Hogs” – spiega Antonio Cesa -, è vero, noi amiamo le moto ma siamo anche appassionati di ciclismo».

LEGGI ANCHE: Giro d’Italia il saluto della Valsesia dalla ferrata Falconera. Le foto

Fai scorrere le immagini per vedere tutte le fotografie

Striscioni e decorazioni

Tanti anche gli striscioni, alcuni creati dagli alunni della scuola primaria e dell’infanzia che hanno anche creato una decorazione costituita da tante magliette rosa con i loro disegni che ha campeggiato sul cancello della “Casa della Salute”, le scuole medie che, con il lavoro della classe seconda C di cui fa parte anche Giacomo Colombo, ragazzo di 12 anni ipovedente da 4 anni, ha voluto ricordare quanto sia importante l’inclusione scolastica e sociale rendendo sport e scuole accessibili a tutti. Hanno assistito entusiasti al passaggio della carovana rosa con lo striscione “Casa Serena saluta il giro” anche gli ospiti della struttura di via Brigate Garibaldi.

I volontari

Già dalle prime ore del mattino di venerdì in città si è respirata un’atmosfera di festa e nell’attesa venivano ultimati tutti i preparativi. I tanti volontari delle varie associazioni prendevano posto sul percorso di gara per controllare e garantire che le strade fossero libere mentre tantissimi appassionati di ciclismo anche giovanissimi, con le loro biciclette, attraversavano con tutta calma la città per raggiungere Scopello e scegliere il luogo adatto sul percorso per gustarsi la salita degli atleti. «Una vera e propria occasione per viversi il passaggio del giro dal vivo – commenta un gruppo di ciclisti di Biella – e condividere il percorso con gli atleti. Siamo davvero entusiasti di questo evento».

In vacanza

In città in tanti hanno si sono ritagliati una giornata di ferie e qualche ufficio ha chiuso nel pomeriggio per non perdersi l’appuntamento. «In ufficio ci si è detti che un’occasione così chissà quando ricapita», raccontano alcuni spettatori. In tanti hanno deciso di godersi lo spettacolo direttamente dal televisore di casa e passeggiando tra le vie si udiva provenire dall’interno degli edifici la telecronaca del giro, alcuni se lo sono goduto comodamente seduti nei cortili o sui terrazzi di casa propria. Ma i più sfegatati si sono radunati soprattutto lungo la salita della chiesa della Madonna delle Grazie. «Crediamo che questo sia il punto migliore – commenta un gruppo di giovanissimi – per vedere meglio gli atleti e poter scattare qualche foto. Dopo tanto tempo di chiusure è davvero bello prendere parte a un evento di questa portata».

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *